Prodi e altri 10 ex commissari Ue, Patto verde di emergenza

Lettera 11,in risposta crisi 'mobilitazione di guerra' per clima

Redazione ANSA BRUXELLES

(ANSA) - BRUXELLES, 05 MAG - La "risposta alla crisi Ucraina" va di pari passo con una "attuazione audace del Green Deal" e serve un "Patto Verde di Emergenza" per ridurre la dipendenza dell'Europa dalle fonti fossili "che finanziano la guerra". E' la proposta di undici ex commissari e presidenti della Commissione europea, tra cui Romano Prodi. In una lettera indirizzata alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e al vicepresidente Frans Timmermans il gruppo chiede una "mobilitazione" economica da "tempo di guerra" che aumenti l'ambizione dei target clima su edifici, trasporti, efficienza e rinnovabili ed eviti di creare nuova dipendenza da combustibili fossili, grazie alla creazione di un fondo sociale di emergenza, e alla creazione di maggiore "spazio fiscale" per gli investimenti degli Stati (allentare le regole di bilancio).
    Oltre a nuovi target clima, i firmatari chiedono anche il ritiro del regolamento sulla tassonomia che classifica il gas come fonte di energia utile alla transizione verde. Il gruppo, che oltre a Prodi include ex Commissari come Janez Potocnik e vicepresidenti della Commissione come Jirky Katainen, è nato per iniziativa di Pascal Lamy, ex presidente del Wto e capo staff di Jacques Delors, e dalla già Commissaria per il clima 2010-14 Connie Hoedegaard. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA