Italiani i più vecchi d'Europa, il 22,8% è over65

Eurostat, sono 13,8 mln. Più rischio Covid. In Liguria il 28,5%

Redazione ANSA ROMA

(di Alessia Tagliacozzo) (ANSA) - ROMA, 05 APR - L'Italia ha la popolazione più vecchia d'Europa con il 22,8% del totale che ha più di 65 anni a fronte del 20,3% medio in Ue. Secondo gli ultimi dati pubblicati da Eurostat riferiti al 2019, a commento dei quali si ricorda che "la popolazione anziana è considerata a più alto rischio di coronavirus", nel nostro Paese hanno oltre 65 anni 13,78 milioni di persone, ma tra queste oltre la metà (7 milioni) ne ha più di 75. Dai dati emerge anche che tra le regioni con la maggior popolazione anziana in Europa c'è la Liguria, nella quale gli anziani ultrasessantacinquenni sono pari al 28,5% del totale della popolazione Rispetto al 2010 gli over 65 sono cresciuti di circa 1,8 milioni di persone a fronte di un calo degli under 15 di quasi 400.000 unità e di una popolazione aumentata di 1,2 milioni.
    Mentre è stata continua negli ultimi anni la crescita della fascia più anziana della popolazione si è contratta quella delle nuove generazioni con le persone con meno di 19 anni che nel 2019 erano appena il 18% del totale, il dato più basso in Ue e in calo di un punto percentuale sul 2010. In media nei paesi dell'Ue a 27 la percentuale degli under 19 è del 20,4% ma se si guarda appena fuori, in Turchia, sempre nel 2019 la popolazione under 19 era il 31,2% del totale.
    Anche l'età media italiana è la più alta in Ue con 46,7 anni e una crescita di 3,4 anni rispetto al 2010. In Ue a 27 l'età media è di 43,7 anni con tre anni in meno rispetto al nostro Paese. Il Paese più vecchio dopo l'Italia è la Germania con un'età media di 46 anni. Se si guarda invece agli over 65 dopo l'Italia il Paese che ha la percentuale più alta di persone in questa fascia di età è la Grecia con il 22% del totale, seguita dal Portogallo e la Finlandia (21,8% entrambe), la Germania (21,5%) e la Bulgaria (21,3%). Il tasso più basso di ultrasessantacinquenni si registra in Irlanda (14,1%) e in Lussemburgo (14.4%).
    Eurostat fa anche uno spaccato regionale degli over65. La percentuale più alta di anziani si trova in Chemnitz (28,9%) in Germania, seguito dalla Liguria (28,5%) e Ipeiros (27%) in Grecia. Il tasso più basso è nella Mayotte (2,7%) e in Guyane (5,8%), regioni d'oltremare francesi, e nella città autonoma di Melilla (10,7%) in Spagna.
    Ma l'Italia è fanalino di coda soprattutto sui nuovi nati con la fascia di età tra zero e quattro anni che rappresenta appena il 3,9% della popolazione (0,6 punti in meno rispetto al 2014) contro il 4,9% medio in Europa. Una percentuale degli under 4 che si avvicina a quella degli over 85 che raggiunge in Italia il 3,6% contro il 2,8% in Ue con l'incremento di un punto percentuale dal 2010. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA