Eleva FortyTwo media di qualità

Barche con le idee chiare

Responsabilità editoriale Saily.it

Si chiama The FortyTwo il nuovo modello messo in gamma da Eleva Yachts, il cui varo è previsto nella stagione 2019. Il progetto verrà presentato durante i saloni di Cannes e Genova, dove Eleva partecipa presentando The Fifty in una versione con cucina a centro barca e albero di alluminio - RENDERING

 

The Forty Two è il nuovo modello voluto da Eleva Yachts per la stagione 2019, una barca che segue i principi che hanno ispirato The Fifty, una delle poche novità nell’affollato settore delle medie da crociera. Con una lunghezza scafo di 12,5 metri e una larghezza che supera i 4 il nuovo modello si annuncia come una carena voluminosa, che sarà ricca di abitabilità e prestazioni in alto mare.

Ancora una volta la ricerca di cantiere e progettista ing. Giovanni Ceccarelli si sviluppa in tre direzioni: qualità costruttiva, estetica, prestazioni. Il risultato sarà ancora una volta la ricerca del superamento dei canoni più comuni. The FortyTwo riprende i canoni estetici di The Fifty, esposto al pubblico lo scorso anno a Genova e Cannes, che con la sua linea particolare è stato una voce fuori dal coro, una vista nuova nella omologazione generale di forme che fa somigliare una barca all’altra.

La nuova barca è stata concepita per la crociera veloce con l’obiettivo della massima sicurezza e quindi solidità. L’allestimento sarà declinato in diverse versioni, che coincidono con le attitudini di navigazione. Mediterraneo sarà per il nostro mare, con una coperta semplice, piano velico tradizionale con trasto in pozzetto, la possibilità di avere il fiocco auto virante. La Ocean può avere il roll bar cui ancorare lo spray hood e il tendalino. Sul roll bar può essere ancorato il trasto della randa, limitando drasticamente le possibilità di contatto con gli ospiti del pozzetto. La Ocean è dedicata anche a chi desidera grande semplicità di manovra e protezione in pozzetto, che sarà attrezzato anche con il tavolo centrale.

Una terza versione Race sarà quella dedicata alle alte prestazioni, per chi gradisce gli interni semplici a loft, ama le regolazioni e anche le regate. Il layout standard prevede tre cabine e due bagni e potrà essere modificato soprattutto per la versione regata con due cabine a poppa, un bagno e loft di prua con cala vele e cuccette equipaggio. La qualità costruttiva resta uno dei punti di forza di Eleva Yachts, la laminazione sarà con procedimento di infusione sottovuoto effettuata con resine e materiali di alta qualità. Non ci saranno controstampi strutturali e i rinforzi saranno realizzati in carbonio

Durante i saloni di Cannes e Genova sarà esposto The Fifty in una versione voluta dall’armatore Gino Buccellati con cucina a lato scala, interni impreziositi dalle opere dell’artista giapponese Tatsunori Kano, piano velico con albero di alluminio, una serie di impianti per una navigazione di grande autonomia, con pannelli solari, doppio alternatore, frigo di grande capacità.

“The Fifty mi è piaciuta subito – ha dichiarato l’armatore Buccellati – ero alla ricerca di una barca veloce per la crociera, che potessi personalizzare e sentire mia. Ho figli giovani a cui piace andare a vela e che apprezzano le prestazioni delle carene moderne, tuttavia vogliamo restare in barca a lungo, ci servono spazi veri”. Per raggiungere i saloni l’armatore ha navigato con la sua nuova barca attorno all’Italia.

Eleva è un marchio nato all’interno di Carbon Line e si inserisce nel mercato dei fast cruiser con una missione precisa: barche a vela di alta qualità dedicate al gran turismo nautico, alla crociera veloce dove l’abitabilità e il comfort si sposano con il piacere di andare a vela e alle doti marine.

Carbon Line è una azienda leader per la fornitura di materiali compostiti, nasce nel 2013 ed è ora gestita da Samuele Poli e Michele Pierleoni, ed è una azienda che a oggi conta tre stabilimenti operativi più di 20000 metri quadrati di aree produttive al coperto, 180 dipendenti e più di 120 maestranze esterne. L’azienda vanta clienti di livello internazionale del settore nautico (tra cui Ferretti, Riva, Pershing, Itama, Custom Line, Azimut, Benetti) ai quali fornisce servizi produttivi e analisi di laboratorio sempre all’avanguardia, al fine di ottener prodotti di alta qualità con il massimo rendimento e spese contenute.

Ceccarelli Yacht Design è una degli studi professionali dedicati allo yachting più famosi nel mondo. Giovanni Ceccarelli (Ravenna 1961) attuale responsabile studio si è laureato in Ingegneria a Bologna nel 1987 quando lo studio di progettazione era condotto dal padre Epaminonda, considerato uno dei pionieri della moderna progettazione nell’yacht design in Italia e uomo eclettico. Ha disegnato i challenger per la Coppa America Mascalzone Latino e +39 Challenge.

www.elevayachts.com

Responsabilità editoriale di Saily.it