L'ottava Luna Rossa nasce dal Maestrale

XXXVI America's Cup 2021, il varo della barca italiana

Responsabilità editoriale Saily.it

GUARDA VIDEO - Gli occhi della vela mondiale su Cagliari: con oltre 20 nodi di Maestrale va in acqua la prima barca AC75 della settima sfida alla Coppa America di Luna Rossa e Patrizio Bertelli. E' l'ottava barca di Coppa varata in vent'anni di sfide. E la prima risposta al defender kiwi (Te Aihe, il delfino) e allo sfidante newyorkese (Defiant, insolente). Indiscrezioni sulle forme (prua, poppa, scafo), sul colore (nera, bianca o blu?), sul pozzetto. Saily è a Cagliari - LA DIRETTA STREAMING DEL VARO DA VEDERE QUI SU SAILY

 

di Fabio Colivicchi

E' il giorno dell'ottava Luna. Un'altra, stupefacente Luna Rossa che sorge dalle passioni e dai sogni per moltiplicarli in altre passioni e altri sogni. A venti anni e cinque mesi dal varo della prima barca (5 maggio 1999 a Punta Ala), prende corpo questo mercoledi 2 ottobre 2019 un nuovo astro del sistema lunare, protagonista insostituibile della massima espressione della vela chiamata America's Cup. Colori, nomi, fattezze, prestazioni, fortune e cadute, storie alte e ancora brucianti: Luna Rossa dal 2000 al 2013 è stata sempre protagonista centrale del palcoscenico. E oggi si riprende la scena.

Challenger of record alla prima apparizione (la 29ma Coppa America, 2000 ad Auckland), arrivò fino al super-match, alla finalissima. Creando un mito indistruttibile. Venti anni, sette barche, un ritiro polemico e sei sfide dopo, oggi Luna Rossa Prada Pirelli è nuovamente Challenge of record, primo sfidante, ruolo simbolico quanto vi pare ma anche concreto, decisivo. Ritorno al monoscafo. Sofferta accettazione delle regole che estremizzano prestazioni e logica stessa della classe AC75, Circolo della Vela Sicilia come guidone, Cagliari come base e "casa" del team. Testa alta davanti a sfidanti ricchissimi (INEOS UK di Ben Ainslie), temibili (American Magic di Therry Hutchinson) e leggendari (Emirates Team New Zealand, il detentore), convinzione nelle proprie idee, scelte nette (non costruire muletti ma lavorare al simulatore più evoluto), spirito identitario di squadra fortissimo (un gruppo unito e pronto a tutto). Eccola l'ottava Luna che scivolerà in acqua.

E' soprattutto la Luna Rossa di Patrizio Bertelli e di Max Sirena, indissolubili o quasi, nel crederci. E' l'ottavo scafo ufficiale varato per la Coppa. Questa la sintesi dei precedenti: 1) 5 maggio 1999, Yacht Club Punta Ala, varo ITA 45; 2) fine 1999, varo ITA 48; 3) 20 maggio 2002, Punta Ala varo ITA 74; 4) 28 agosto 2002, Auckland varo ITA 80; 5) 22 marzo 2006, Valencia varo ITA 86; 6) 18 gennaio 2007, Valencia varo ITA 94. Fin qui barche lunghe 25 metri per 25 tonnellate di stazza e 16 persone di equipaggio.

Nel 2007 Bertelli dice basta ("Si è chiuso un ciclo"), ma poi ci ripensa e ripresenta la sfida, ma ormai la Coppa è nei Tribunali e si correrà una edizione tra soli due scafi e la vittoria del trimarano di Oracle sul catamarano di Alinghi. Nel 2011 Luna Rossa ritorna con Circolo della Vela Sicilia. 7) 2012 varo del supercatamarano AC72 per la 34ma Coppa America. Nel 2015 sfida e ritiro sdegnoso in polemica col cambio di regole deciso dagli altri team per contrastare il vantaggio enorme accumulato da Luna Rossa che aveva iniziato a lavorare con largo anticipo. Niente Bermuda 2017 (non si è persa niente). E dunque eccoci: 8) 2 ottobre 2019, Cagliari, va in acqua l'ottava Luna.

COME SARA'? - Dopo i vari di Te Aihe (il delfino kiwi) e di Defiant (il suppostone americano), così estremi e così diversi, e dopo i video dei rispettivi voli, oltre l'emozione per il varo in sè, ci si chiede: come sarà il primo AC75 di Luna Rossa? In quale direzione hanno lavorato i designer del team, insieme ai velisti-simulatori, in base ai dati che arrivavano dai computer e dal cantiere Persico dove c'è voluto un bel po' di tempo per risolvere, concretamente e non digitalmente, il problema dei foil-arms?

Dal team qualche giorno fa filtravano frasi che accendevano la fantasia: "Resterete a bocca aperta, Luna Rossa sarà diversa dagli altri, particolare!" Dunque cosa attendersi, quali sono i punti chiave di questo ottavo scafo ufficiale nella storia della Luna? Prua: i kiwi hanno una prua normale, con il dritto inclinato verso l'entrata bassa come i catamarani e l'entrata tutto sommato fina. Gli americani invece hanno quasi uno scow, prua tonda, dritto quasi inesistente, un missilotto (o un suppostone, per l'appunto). Quella di Luna Rossa? Inutile cercare lumi dalle foto del trasporto, si vede benissimo che sono stati usati dei rigonfiamenti che nascondono le vere forme dello scafo, anche se la prua "sembrerebbe" abbastanza normale.

Poppa: aperta, larga, molto rastremata nei bordi laterali, col famoso pozzetto a due binari dove lavora l'equipaggio restando fermo. In questo NZL e USA sono simili. Luna Rossa prenderà una strada diversa? Lo scopriremo presto. Altro elemento da vedere: l'attacco dei foil-arms: concavo su NZL, convesso su USA, vedremo la scelta italiana. Di certo non vedremo foil particolari, la scelta sarà come gli altri team di far vedere solo foil "standard" e questo varrà anche per le prime uscite in mare. Aerodinamica o fluidodinamica? Fischer, ospite di Saily al Salone nautico, ci ha detto che i progetti puntano al 100% di tempo in volo per queste barche foiling: è lecito quindi aspettarsi uno scafo che sia pensato e studiato più in galleria del vento che in vasca navale. Da restare - come promesso - a bocca aperta...

PROGRAMMA, DIRETTA, INCOGNITA MAESTRALE, SAILY E' A CAGLIARI - Soffierà, sicuro. Dal pomeriggio più forte, fino a superare i 25 nodi in raffica. Ma siamo in parte protetti all'interno del porto di Cagliari. Il dubbio riguarda la decisione se armare l'albero (alare e molto esposto al vento) oppure, come i neozelandesi per la stessa ragione, varare la barca senza rig. Il programma prevedeva originariamente il varo al mattino e quindi un lunch con il team, ma è stato stravolto onde consentire l'arrivo di Miuccia Prada, storica madrina di tutte le Lune varate finora, che arriva da Parigi. Quindi prima lunch e poi varo alle 15. I voli per Cagliari sono pieni da giorni, la febbre in città è altissima. In giro per il mondo la comunità della vela aspetta di vedere l'ultimissima Luna Rossa. La comunicazione del team produrrà una diretta del varo dalle 15 in poi, che sarà visibile sui canali social e anche qui su Saily da dove ci collegheremo al segnale. Saily inoltre è presente a Cagliari per darvi immagini esclusive, backstage, interviste ai protagonisti.

 

LUNA ROSSA ARRIVA A CAGLARI E VA NELLA BASE A PREPARARSI PER IL VARO...

 

I DUE AC75 VARATI FINORA: COSI' DIVERSI, COSI' UGUALI...

Responsabilità editoriale di Saily.it