Brest Atlantiques, mega-trimarani al via

L'oceano sta diventando troppo piccolo?

Responsabilità editoriale Saily.it

GUARDA VIDEO PAZZESCHI - Solo quattro, pochi ma buonissimi, multiscafi-astronavi per il nuovo "triangolo atlantico" sulla rotta Brest-Rio de Janeiro-Robben Island (Cape Town)-Brest. Una "passeggiata" oceanica di 14.000 miglia. Giganti fragili: partenza rinviata di due giorni, da domenica 3 a martedi 5 novembre. Scopri barche, skipper, previsioni e insidie. E la novità: a bordo con le coppie anche un terzo con funzioni di mediaman

 

Ecco i quattro mostri, forse il poker di supertrimarani hi-tech più performanti della vela oceanica del momento (al netto di sua maestà Francis Joyon col suo IDEC Sport, a caccia di altri record, e almeno dal punto di vista della tecnologia foiling di Maserati Multi70 di Giovanni Soldini, più piccolo degli Ultime, ma forse persino più avanti nel lavoro concettuale): sono Actual Leader di Yves Le Blevec, Trimaran MACIF di François Gabart, Maxi Edmond de Rothschild di Franck Cammas e Charles Caudrelier, Sodebo Ultim 3 di Thomas Coville.

Il percorso inedito lungo 14mila miglia è una riedizione del glorioso triangolo atlantico di alcuni decenni fa: da Brest si fa a girare (4000 miglia dopo) le Isole Cagarras nella baia di Rio de Janeiro, passando l'Equatore e le sue difficoltà, quindi si scende più velocemente verso Buona Speranza, dove si girerà un'altra isola, Robben, a largo di Città del Capo (3200 miglia). Infine la risalita con nuovo passaggio dell'Equatore, ben 7000 miglia da fare per tornare a Brest, con finale nelle solite insidie del golfo di Biscaglia.

VIDEO TEASER

E' UN TRIANGOLO "PER DUE+1", A BORDO LE COPPIE AVRANNO ANCHE UN MEDIAMAN - Una bella novità: i quattro mostri saranno governati da coppie di navigatori in alcuni casi rodate e in altri inedite, con l'aggiunta di un mediaman, un terzo equipier che avrà funzioni di comunicazione, racconterà con immagini ciò che avviene durante la regata, con la possibilità che la stessa si trasformi in autentico spettacolo.

Actual Leader con Yves Le Blevec e lo spagnolo Alex Pella avranno con loro Ronan Gladu, fotofrafo e surfista; Edmund de Rotschild con Franck Cammas e Charles Caudrelier, con il mediaman Yann Riou, vecchia conoscenza, ex minista ed ex media onboard anche su Groupama alla Volvo Ocean Race; Macif con il fido Francois Gabart affiancato da Gwenole Gahinet, due giovanissimi che avranno come mediaman il 41enne Jeremie Eloy, ex campione del mondo di Kitesurf, folgorato sulla via dello storytelling oceanico; e infine Sodebo Ultim 3 con Thomas Coville e Jean-Luc Nelias ai quali si aggiunge il trentenne Martin Keruzoré, figlio d'arte fotografica ed ex VOR sul vincente Dongfeng. Nomi notevoli, esperienza e migliaia di miglia all'attivo. Barche e marinai sono un condensato del massimo, anche in termini di dimensioni, che puo' offrire oggi la grande vela oceanica.

VIDEO SODEBO

VIDEO EDMUND DE ROTSCHILD

VIDEO MACIF

VIDEO ACTUAL LEADER

SEGUI BREST ATLANTIQUES SU SAILY E SAILY TV!

Responsabilità editoriale di Saily.it