Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Manovra: lettera Ue all'Italia, attenti a non annacquarla

Manovra: lettera Ue all'Italia, attenti a non annacquarla

Dombrovskis, 'cruciale rispetto disposizioni e attuazione rigida'

22 novembre, 16:40
Le 'pagelle' dell'Ue Le 'pagelle' dell'Ue

"Riconosciamo che l'Italia ha fatto molti sforzi di recente per la competitività e la crescita", ma "è cruciale" che adotti la manovra 2108 "senza annacquare le sue disposizioni principali", e che venga attuata "in modo rigido per centrare uno sforzo strutturale di 0,3% del Pil": lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis all'ANSA, anticipando i contenuti lettera che ha inviato oggi all'Italia assieme a Moscovici.

 

Nell'opinione sulla legge di stabilità 2018 "la Commissione Ue conclude che c'è un rischio di non rispetto del Patto, e quindi invita le autorità italiane a prendere le misure necessarie nell'ambito del processo di bilancio per assicurare che sia in linea con il Patto", ha anticipato Dombrovskis, precisando inoltre che il Governo deve usare "le entrate impreviste per ridurre il debito".

 

Ci sono "molte sfide per l'Italia nell'Alert mechanism report", il rapporto sugli squilibri. "Crescita della produttività, che è importante per la crescita potenziale, ancora alti livelli di debito pubblico e privato, alto livello di npl nel settore bancario, anche se recentemente ci sono stati dei miglioramenti e sfide nel mercato del lavoro come disoccupazione, specialmente giovanile", ha detto ancora Dombrovskis.

 

Mef: fiduciosi, non necessari altri interventi  - La Commissione europea "apprezza i risultati del processo di consolidamento dei conti pubblici messo in atto dal governo negli ultimi anni e per il 2018 riconosce la misura dello 0,3% per l'aggiustamento strutturale del bilancio. Dombrovskis e Moscovici chiedono al governo di spiegare alcuni aspetti delle misure di bilancio adottate per il 2017 e per il 2018. Il governo è fiducioso che attraverso il dialogo costruttivo con la Commissione potranno essere chiariti i diversi punti di vista, senza la necessità di ricorrere ad ulteriori interventi". Lo dicono fonti Mef.

Manovra: Tonini, alzeremo soglia figli a carico - Alzare la soglia entro la quale i figli sono fiscalmente a carico del nucleo famigliare. E' uno degli obiettivi su cui la maggioranza concorda per inserire in manovra misura pro-famiglia. Lo spiega il presidente della Commissione Bilancio del Senato, Giorgio Tonini, sottolineando che rispetto agli attuali 2.840 euro "sarebbe ottimale arrivare a 5.000". Le risorse a disposizione sono però inferiori e dunque si punta a superare i 3.000 euro. Sul fronte famiglia, viene confermato l'impegno anche per la natalità, con il bonus bebè.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA