Agricoltura, il nuovo biotech sotto la lente della Commissione Ue

Dirigente a convegno Cia, avvieremo studio su normativa ogm

Redazione ANSA ROMA

ROMA - La Commissione europea avvierà uno studio sulle nuove biotecnologie agrarie, con lo scopo di sviluppare una riflessione sulla normativa che regola gli ogm in Europa. Lo ha dichiarato la capo Unità Innovazione e Biotecnologie della direzione generale salute della Commissione europea Chantal Bruetschy, intervenendo all'incontro organizzato a Bruxelles dalla Cia-Agricoltori italiani su cambiamenti climatici e miglioramento genetico delle piante. "La Commissione - ha precisato Bruetschy - intende così accogliere anche la richiesta degli stati membri". Le nuove biotecnologie, ha sottolineato nel suo intervento il presidente di Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino, sono gli strumenti con cui affrontare le sfide dell'eco-sostenibilità e i patogeni che minacciano un'agricoltura italiana già martoriata da Xylella fastidiosa e cimice asiatica. Lo scopo è "adattare le nostre colture a un contesto ambientale trasformato dal cambiamento climatico", ha aggiunto Scanavino. Ma, "non possiamo permetterci che il miglioramento genetico sia gestito solo da multinazionali lontane dalle esigenze del mondo agricolo - ha concluso - dobbiamo promuovere nuove relazioni tra pubblico e privato e tra mondo dell'impresa e della ricerca".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA