I salumi emblema dell'antispreco, con gli amanti degli avanzi

In Salento Ivsi sostiene LeftOver Lovers nella ristorazione

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Responsabilizzare il settore della ristorazione ed i loro clienti sperimentando modi innovativi e strumenti partecipativi per ridurre le quantità di cibo ordinate o avanzate nel piatto, a partire dall'uso delle Foodie-Bags. E' il progetto LeftOver Lovers (LoL), in inglese "Gli amanti degli avanzi", che sarà presentato dall'agenzia De-LAB domani a Otranto, col sostegno dell'Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (Ivsi), e si svolgerà durante il mese di maggio nel territorio salentino.

"Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Lucia Dal Negro (founder dell'agenzia De-LAB) di partecipare al progetto LeftOver Lovers in Salento, perché crediamo - sottolinea il direttore Ivsi Monica Malavasi - nell'importanza dell'innovazione sociale e della lotta contro il Food Waste (tra gli obiettivi dell'Agenda 2030 dell'Onu). Come Istituto Valorizzazione Salumi Italiani promuoviamo la sostenibilità e la responsabilità sociale attraverso il Manifesto IVSI che si fonda - spiega Malavasi - su 7 valori: Storia e tradizione, Informazione e cultura, Qualità e sostenibilità, Legame con il territorio, Stile di vita italiano, Gioco di squadra e Orientamento al futuro.

Il Manifesto IVSI è quindi una carta che enuncia principi, valori e caratteristiche che fungono da linea guida per le aziende che decidono di aderirvi e sottoscriverlo; un modus operandi applicato e condiviso dai Consorziati dell'Istituto, che decidono volontariamente di farne parte"- Presente all'evento inaugurale lo chef Cristian Broglia - nominato SalumiAmo Ambassador nel 2018 - che dimostrerà quanto sia attuale in cucina il detto medievale "del maiale non si butta via niente". Nel suo intervento illustrerà le "buone pratiche" per non sprecare i salumi in cucina, nemmeno una fetta di salame.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA