Pneumatici, contro le forature occhio alla bassa pressione

Mantenere la distanza di sicurezza quando si è alla guida, evitare lungo il percorso chiodi, viti e pietrisco, soprattutto in situazioni di umidità: le forature non possono essere completamente evitate ma si possono prevenire

Redazione ANSA ROMA

Controllare la pressione dei pneumatici, mantenere la distanza di sicurezza quando si è alla guida e, come sempre, evitare lungo il percorso chiodi, viti e pietrisco, soprattutto in situazioni di umidità. Sono questi i consigli diffusi dal produttore di pneumatici Nokian Tyres in modo da riuscire ad evitare spiacevoli 'sorprese' quando si è al volante. Le forature, infatti, non possono essere completamente evitate ma si possono prevenire in modo da attenuare i danni.

Oltre ad una guida attenta, la buona gestione della pressione è molto importante. I modelli più recenti di auto hanno il TPMS (Tyre Pressure Monitoring System, il sistema di controllo di pressione degli pneumatici), che controlla la pressione delle gomme e dà un allarme quando scende. Se l'automobile non ha il TPMS, occorre controllare la pressione delle gomme una volta ogni tre settimane. La corretta pressione prolunga significativamente la vita dello pneumatico. Diversi costruttori di automobili danno le proprie raccomandazioni in fatto di pressione degli pneumatici che si basano principalmente sulle proprietà di manovrabilità e comfort di guida. Un altro elemento chiave per la tranquillità è il mantenimento della distanza di sicurezza da veicoli in movimento sia davanti che dietro al proprio. Inoltre, in caso di un evento inatteso come la lo sgonfiamento improvviso di uno pneumatico, questo fattore ha un ruolo davvero salvavita. Vale quindi sempre la pena mantenere distanze di sicurezza che permettano di prevenire situazioni pericolose. Sfortunatamente, non tutti gli automobilisti rispettano questa regola. I risultati di una ricerca condotta dal costruttore dimostrano che in media, poco più del 50% degli automobilisti europei mantiene regolarmente una distanza di guida sicura. Questo fattore è meno sentito in Repubblica Ceca, dove solo il 37% degli automobilisti afferma di mantenere regolarmente una distanza di guida sicura. I più coscienziosi in questo aspetto sono gli automobilisti bulgari, gli italiani e i polacchi. In ogni circostanza, è importante tenere presente che se la situazione diventa difficile o lo pneumatico forato si trova sul lato dello scorrimento del traffico, chiamare l'assistenza stradale è la migliore idea.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: