Ford, dopo Ka+ e Fiesta anche Focus: si allarga la famiglia Active

A bordo disponibile anche il Co-Pilot

Nuviana Arrichiello Gargnano

Posizione di guida rialzata, spazio e versatilità a bordo: sono questi gli ingredienti che stanno continuando a decretare l'inarrestabile successo dei suv e dei crossover nel nostro Paese. Nei primi due mesi il segmento dei crossover ha raggiunto il 31% del mercato, secondo solo a quello delle berline che rappresenta invece poco meno della metà (48,4% nei primi due mesi, in calo rispetto allo stesso bimestre dell'anno precedente). Lo sa bene Ford che, già con il lancio di nuova Fiesta, ha avviato il processo di 'suvvizzazione' di tutta la gamma. E così, accanto alla famiglia composta da Ecosport, Kuga ed Edge, arrivano i modelli Active - Fiesta e Ka+ - a cui oggi si aggiunge anche la nuova Focus Active. ''Ormai in Italia il 40% dei privati acquista suv - ha precisato Fabrizio Faltoni, presidente e ad di Ford Italia - La gamma Active è il giusto compromesso tra le prestazioni di una berlina e la versatilità di un suv. Nel nostro Paese una Ka+ su quattro è venduta nell'allestimento Active, per Fiesta i numeri sono un po' più bassi, si tratta di circa il 15%, con la ST Line che fa la parte del leone con un mix del 25%. Ci aspettiamo - ha aggiunto Faltoni - che a pieno regime riusciremo a coprire l'80% delle vendite di Focus, suddivise equamente tra ST Line e Active''.


Al lancio è prevista una formula d'acquisto (Idea Ford), con anticipo zero e una rata di 289 euro al mese: i prezzi partono da 24.750 euro.

Esternamente la Active si distingue dalle altre Focus, oltre che per l'assetto rialzato di 30 mm, anche per la griglia trapezoidale nera, il parafango distintivo, le barre al tetto, il doppio scarico e i cerchi in lega da 17''. All'interno tessuto con finiture blu e un'esperienza di guida migliorata grazie al select mode che prevede di scegliere, adesso, tra due modalità aggiuntive: active (per terreni a bassa aderenza) e trall, per le strade sterrate.

Disponibile su Focus Active anche il Co-Pilot (2.500 euro), insieme di tecnologie di assistenza alla guida per un'esperienza di guida predittiva e meno stressante. Tra i dispositivi ci sono l'adaptive cruise control con stop&go; lo speed sign recognition che legge i segnali stradali; il lane centering per il mantenimento della corsia; il pre-collision assist con pedestrian e cyclist detection; l'adaptive front lightning system che prevede fari full Led adattivi per la massima visibilità in tutte le condizioni; l'active park assist upgrade per le manovre di sosta sia in parallelo che in perpendicolare; l'head up display e l'evasive steering assist per ridurre il rischio di collisione con veicoli che procedono a rilento. A bordo la connettività è garantita dal modem integrato FordPass Connect che trasforma il veicolo in un dispositivo wi-fi hotspot e che consente anche di accedere ad una serie di funzioni per la localizzazione e lo status del veicolo, lo sblocco delle portiere e il remote start per le versioni con cambio automatico. Disponibile anche il Sync 3 con touchscreen da 8 '' e il pad di ricarica wireless.

La scelta dei motori è tra il 1.0 Ecoboost da 125 cv per il benzina e il 1.5 Ecoblue da 120 cv (entrambi con cambio automatico solo per la versione Co-Pilot) e il 2.0 Ecoblue 150 cv (con automatico e solo per l'allestimento Active Co-Pilot) per quanto riguarda il diesel.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA