Alfa Romeo Stelvio su strada la tranquillità delle emozioni

Versione 2.2 Diesel 210 Cv, suv adatto alla famiglia e al lavoro

di Andrea Silvuni SANKT MORITZ (CH)

SANKT MORITZ (CH) - Alla presentazione del nuovo modello 1900, l'Alfa Romeo coniò negli Anni '50 uno slogan - 'la berlina da famiglia che vince le corse' - che descriveva perfettamente unicità e superiorità di quell'auto dallo spiccato Dna sportivo. Ora il primo suv del Biscione nasce sotto al segno della 'meccanica delle emozioni', una filosofia che vuole sottolineare l'eccellenza della tecnologia Alfa Romeo unita alla capacità di coinvolgere emotivamente gli utenti. Una premessa indispensabile per sintetizzare il valore del nuovo suv Stelvio, messo alla prova per la prima volta su strada dopo il reveal in anteprima mondiale lo scorso novembre a Los Angeles. Dopo la fase della pre-vendita con l'allestimento First Edition - 57.300 euro con il turbo benzina 280 Cv - Alfa Romeo propone alla clientela le tre versioni Stelvio Business, Stelvio Super e Stelvio Executive, tutte Q4 a trazione integrale e acquistabili con due motorizzazioni di lancio - il 4 cilindri 2.0 turbo benzina da 280 Cv e il 2.2 turbo Multijet a gasolio da 210 Cv - e la sola trasmissione automatica a 8 rapporti. I prezzi variano dai 50.800 euro dell'allestimento Business con motore turbodiesel e i 54.000 euro dell'Executive con lo stesso propulsore. Stelvio benzina 280 Cv è a listino, oltre che con l'allestimento First Edition, come Super a 52.800 euro. Il primo test con il nuovo suv premium di Alfa Romeo, sulle strade fra Sankt Moritz e Livigno, ha riguardato appunto la versione con turbodiesel 2.2 da 210 Cv, una versione che coincide perfettamente con il claim della 'meccanica delle emozioni' ma che potrebbe aggiungere anche altri valori, come la 'meccanica del relax', la meccanica dei grandi viaggi' o la 'tranqullità delle emozioni'. Nato e sviluppato partendo dal livello 'top' che è rappresentato dalla variante Quadrifoglio con il V6 made in Ferrari da 510 Cv, Stelvio si dimostra nelle più diverse condizioni di percorso e di traffico non solo uno dei pochi suv sportivi al 100% - con un comportamento che è assimilabile a quello della Giulia, da cui deriva - ma anche un grande 'stradista', silenzioso e rilassante quando si utilizza a basso regime il turbodiesel in alluminio di ultima generazione. E che diventa grintoso e divertente quando - passando con il selettore Alfa DNA da Normal a Dynamic - si sfruttano appieno i 470 Nm di coppia erogati a 1.750 e la regolazione sportiva dello sterzo, dei freni e di altri parametri di funzionamento. Stelvio - che, come ha detto Reid Bigland CEO di Alfa Romeo, Reid Bigland propone ''un posto di guida modellato intorno al guidatore con comandi ergonomici e a portata di mano e con il volante sagomato come sulle Formula 1 - assicura una guida sempre naturale e istintiva, anche grazie al rapporto di sterzo più diretto nel segmento e la presenza a richiesta - un'altra esclusiva del suv Alfa Romeo - del differenziale posteriore autobloccante meccanico che consente di trasferire maggior coppia alla ruota con più aderenza in modo da ottimizzare la motricità in qualsiasi situazione. La taratura delle sospensioni e del sistema di controllo della trazione Q4 offrono in situazioni normali il piacere di guida di un'auto a trazione posteriore mentre in altre condizioni - come un tornante, un tratto, un rettilineo innevato o una curva bagnata - Stelvio può sfruttare tutti i vantaggi del 4x4 con il trasferimento in tempo reale fino al 50% della coppia motrice all'anteriore. In assenza di limiti Stelvio 2.2 Diesel raggiunge i 215 km/h e accelera da 0 a 100 in 6,6 secondi. Ma questa versione del suv Alfa Romeo propone anche la 'meccanica del risparmio' perché dispone di modalità di funzionamento Advanced Efficiency e offre un consumo omologato di 4,8 litri per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 127 g/km. Questo quattro cilindri - il primo motore a gasolio interamente in alluminio nella storia Alfa Romeo - è già in regola con la fase b di Euro6 e aggiunge un altro elemento di superiorità rispetto ai suv rivali. Stelvio è dunque solo un suv sportivo ed elitario - missione riservata alla versione Quadrifoglio - ma anche un'auto da usare tutti i giorni, perfetta alternativa alle wagon vista l'ottima capacità di carico (525 litri) con sedile posteriore in posizione e la funzionalità del portellone con apertura elettrica programmabile dal pomello Alfa Rotary. Una 'trasversalità' di Stelvio che sarà esaltata quando la gamma verrà completata con altri propulsori, come il 2.0 Turbo benzina 200 Cv e il 2.2 Diesel 180 Cv, quest'ultimo disponibile con trazione solo posteriore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA