In vigore i nuovi test su emissioni e consumi, ora dati realistici

VW, possibile immatricolare solo veicoli che l'hanno superati

Redazione ANSA ROMA

Diventano più realistici i dati sui consumi e le emissioni forniti dalle Case automobilistiche. Dal primo settembre, infatti, tutti gli autoveicoli, per poter essere immatricolati, dovranno essere testati secondo la procedura WLTP, un nuovo metodo di controllo standardizzato a livello mondiale per il rilevamento dei dati delle quattroruote. Lo ricorda Volkswagen sul suo portale Modo (Mobilità di domani), precisando che non sarà quindi possibile mettere in strada veicoli nuovi che non siano stati omologati con il ciclo WLTP.

Per i veicoli commerciali leggeri, precisa la casa di Wolfsburg, la procedura entrerà in vigore nel settembre del 2019.

Il nuovo ciclo di omologazione, ricorda Volkswagen, "è molto più lungo e complesso: ci sono accelerazioni e frenate più frequenti, e anche la velocità media è maggiore. Vengono inoltre presi in considerazione gli equipaggiamenti opzionali, che influiscono su peso, aerodinamica e resistenza al rotolamento".

Questo nuovo test consentirà, tra l'altro, a chi è in procinto di acquistare un'auto, di valutare il proprio acquisto in base a dati più aderenti alla realtà. La normativa WLTP è in vigore già da un anno per i veicoli e motori di nuova omologazione (che viene data al costruttore), da domani sarà effettiva per tutte le auto da immatricolare (associate cioè a una targa e a un proprietario), inclusi i modelli già esistenti. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: