Nissan rivede al ribasso le stime sull'utile per l'intero anno

Scandalo Ghosn ancora fresco, giovedì colloqui con Renault

Redazione ANSA

La progressiva flessione delle vendite costringe la Nissan a ridurre le previsioni sui profitti per l'intero anno fiscale. La seconda casa auto nipponica si attende adesso un utile netto di 410 miliardi di yen, l'equivalente di 3,3 miliardi di euro, dai 500 miliardi di yen inizialmente stimati. Ridotte anche le valutazioni sul risultato operativo, a 450 miliardi di yen, dai precedenti 540 miliardi, in linea con il ridimensionamento delle stime sul fatturato a 11.600 miliardi, rispetto alle previsioni di 12.000 miliardi di yen. Per il periodo aprile-dicembre la Nissan ha registrato un utile in calo del 45,2% a 316,6 miliardi e un risultato operativo in diminuzione del 13,9%.

Si tratta della prima pubblicazione trimestrale della casa auto nipponica dall'arresto dell'ex top manager Carlos Ghosn, attualmente in stato di fermo in un centro di detenzione a Tokyo con l'accusa di una serie di illeciti finanziari. A questo riguardo, il nuovo numero uno di Nissan, Hiroto Saikawa, ha detto che l'azienda dovrà registrare un onere di 9,2 miliardi di yen, circa 74 milioni di euro, per i compensi non dichiarati di Ghosn, aggiungendo che l'importo non verrà in nessun modo messo a disposizione dell'ex tycoon. Saikawa ha anche detto che il Cda deve prevenire che all'interno dell'alleanza con la Renault e Mitsubishi venga trasferita la stessa concentrazione di poteri nelle mani di una sola persona. Il prossimo giovedì il nuovo presidente della casa francese, Jean-Dominique Senard, sarà in visita in Giappone per discutere in una serie di colloqui con i massimi dirigenti della Nissan.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA