Mobilità elettrica, nuovo bando per imprese e comuni Sardegna

Pronti 1,6 mln per sostituire veicoli con motore termico

Redazione ANSA CAGLIARI

Si amplia la platea dei beneficiari di incentivi per l'acquisto di auto elettriche. Dopo aver avviato il programma nella Città metropolitana di Cagliari, nella Rete metropolitana del Nord Sardegna e a Oristano, Nuoro e Olbia, la Giunta regionale ha finanziato il bando anche per gli altri comuni. Le domande potranno essere inoltrate a partire dal 1 ottobre entro il 3 dicembre, mentre la dotazione finanziaria è di 1,6 milioni di euro. Obiettivo, promuovere la sostituzione di veicoli a motore di proprietà degli enti locali.

"Anche con questa rimodulazione vogliamo consolidare l'idea di un modello sempre più ecosostenibile, in linea con la strategia euro smart city 2020", ha spiegato il presidente della Regione Christian Solinas, illustrando il bando con l'assessora dell'Industria Anita Pili. Complessivamente in campo ci sono 18,5 milioni di fondi Fsc e Por che si suddividono nel progetto di implementazione di colonnine elettriche in tutto il territorio regionale nei bandi per imprese private e comuni. Ma, ha chiarito la responsabile dell'Industria, la novità oggi è "la volontà della Giunta di far ricadere le risorse finanziarie in tutti i Comuni della Sardegna, la linea della precedente amministrazione era quella di sostenere le aree metropolitane". Ogni Comune potrà partecipare per l'acquisto di un auto, con il costo finanziato a fondo perduto fino al 100 per cento.

Per partecipare occorre rottamare un'auto di vecchia generazione. Altra novità annunciate in tema di mobilità elettrica: la proroga del bando per le Pmi fino al 1 settembre 2020 stanziando 3 milioni di euro. Anche in questo caso si allarga la platea perché potranno beneficiare non solo le imprese dei trasporti ma anche le Pmi di qualsiasi settore operative nell'Isola da almeno 5 anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA