Visione elettrica, a Francoforte la strategia di Honda

I top manager presentano i piani per la mobilità del futuro

Redazione ANSA ROMA

Al salone di Francoforte Honda ha annunciato la sua 'visione elettrica' messa a punto per il mercato europeo. Nel dettaglio, questa strategia a zero emissioni rappresenta l'obiettivo di commercializzare nel mercato europeo, entro il 2025, esclusivamente modelli con tecnologia elettrificata. Il primo passo di questo percorso è stato il lancio del CR-V Hybrid all'inizio del 2019, seguito dalla presentazione del prototipo di Honda e al Salone di Ginevra lo scorso marzo. Ora finalmente, a Francoforte, la versione di serie diHondaeha fatto il suo debutto ufficiale.

''Oggi, con l'anteprima mondiale della versione di serie di Honda e,la "Visione Elettrica" di Honda per il mercato europeo ha compiuto un ulteriore balzo in avanti - ha precisato Katsushi Inoue, Chief Operating Officer e presidente di Honda Motor Europe - . Honda e è una city car unica in perfetto stile Honda, grazie alle prestazioni ed agli avanzati livelli di connettività''.

''Nel 2020, Honda introdurrà la Jazz di nuova generazione e possiamo confermare che, in Europa, il modello sarà dotato della tecnologia ibrida - ha poi aggiunto il Vicepresidente Senior di Honda Motor Europe, Tom Gardner - In linea con i nostri obiettivi di elettrificazione, questa motorizzazione sarà la sola disponibile per il mercato europeo''.

La "Visione Elettrica" di Honda, però, non si limita alle auto. Al Salone di Ginevra dello scorso marzo, Honda aveva confermato l'intenzione di entrare nel mercato elettrico con una serie di sistemi per la gestione dell'energia e della ricarica di prodotti EV. A Francoforte, la casa giapponese ha previsto delle dimostrazioni pratiche per far conoscere il funzionamento delle nuove tecnologie sviluppate a supporto della ricarica di vetture elettriche, pensate anche per quei clienti che non dispongono di un'area privata o di parcheggi dedicati ai veicoli EV.

Per gli utenti che hanno la possibilità di ricaricare la city car in aree private, Honda lancerà il Power Charger, un sistema in grado di offrire un ottimale attacco CA che si può montare a parete o su piedistallo e offre un output massimo di 7.4 kW (monofase) o 22 kW (trifase). Ciò permetterà ai proprietari di Honda e di fare una ricarica completa in 4,1 ore, con un'alimentazione a 32 Amp. Tempi decisamente più rapidi rispetto a una presa standard.

Inoltre, Honda, in collaborazione con gli specialisti Ubitricity, ha sviluppato un'intelligente soluzione di approvvigionamento energetico.

Tale tecnologia prevede l'integrazione dei punti di ricarica direttamente nei lampioni dell'illuminazione stradale e l'uso di un apposito cavo, dotato di contatore digitale, per associare i costi di ricarica al cliente, che non dovrà così sottoscrivere contratti con più fornitori.

Honda Power Manager Prototype rappresenta il primo sistema bidirezionale che collega i veicoli a una rete elettrica intelligente. Questa tecnologia "vehicle-to-grid" consente la raccolta e la distribuzione di energia elettrica tra i veicoli elettrici e la rete per bilanciare in modo innovativo la domanda e l'offerta di energia e sfruttare al meglio le fonti rinnovabili. La sperimentazione continuerà fino alla futura commercializzazione, a partire dall'inizio del 2020.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA