Roma: raddoppia il car sharing, presto anche in periferia

Meleo, città ha tutte le condizioni per far crescere servizio

Redazione ANSA ROMA

Il servizio di car sharing nella Capitale è quasi raddoppiato in quattro anni e, ora, arriverà anche in periferia. Oggi, durante la seduta della commissione capitolina Mobilità si è parlato di numeri e strategie sul servizio a flusso libero e, alla presenza dell'assessora alla città in Movimento Linda Meleo è stato presentato il documento di Roma servizi per la Mobilità che contiene le nuove linee guida del servizio. 

Prima di tutto si vuole estenderlo a zone periferiche al momento non raggiunte. "L'obiettivo è di cercare di ampliare quanto più possibile questo servizio e a Roma ci sono tutte le possibilità - ha spiegato l'assessora Meleo -, anche definendo un quadro nuovo di regole che consenta di andare a sviluppare questo servizio più nelle periferie". Secondo poi, aumenteranno le auto offerte dalle tre società che operano con il car sharing a flusso libero e cioè Car2go, Enjoy e Share'ngo: a marzo 2014 le auto delle tre società erano 1.200, a dicembre 2017 erano salite a 1.820 e oggi sono 2.185.

"Negli ultimi due anni - ha detto Meleo - c'è stato un aumento esponenziale del car sharing in città, sia in termini di flotta che di utenti del servizio. Ci sono tutte le condizioni perchè Roma possa sviluppare il servizio e venire incontro alle esigenze degli operatori e attrarne altri". In base ai dati presentati, infatti, a dicembre 2015 gli utilizzatori unici erano stati 80.000, a dicembre 2016 circa 87.000 e dicembre 2017 circa 100.000, oggi siamo arrivati a 112.000 al mese.

"La nostra amministrazione - ha spiegato il presidente della commissione Enrico Stefano - ha fin dall'insediamento puntato sulla mobilità alternativa a quella privata che, negli ultimi dieci anni, ha fatto raggiungere livelli davvero insostenibili di congestione e inquinamento. Integrando servizi tradizionali di tpl a servizi di sharing per coprire magari determinate zone o fasce orarie si può completare in maniera organica l'offerta alternativa al mezzo privato e ridurre smog e traffico".

"Il car sharing a Roma piace. È un servizio che negli ultimi due anni ha registrato una crescita straordinaria. Per questo vogliamo svilupparlo e farlo arrivare anche nelle zone meno coperte e periferiche pensando a nuovi incentivi per gli operatori", afferma su su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi. "I dati parlano chiaro: l'offerta delle vetture in car sharing è più che raddoppiata dal settembre 2016 ad oggi. Parliamo infatti di 2.185 vetture attualmente disponibili, a fronte delle 1.084 del settembre 2016. Gli utenti unici inoltre sono passati da 80mila nel dicembre 2015 a 112mila. Ci sono tutte le condizioni per ampliare e far crescere il servizio. L'obiettivo è garantire agli operatori anche nuove aree di sosta dedicate al car sharing su nodi intermodali come i parcheggi di scambio, metro e stazioni. Presto quindi avremo nuove regole che ci permetteranno di sviluppare il servizio in modo sostenibile, in sinergia con gli operatori e nell'interesse di tutti coloro che lo utilizzano ogni giorno", conclude.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: