Prosegue progetto GridMotion in cui PSA collabora con Enel

Assieme altri partner test strategie carica/scarica intelligenti

Redazione ANSA

ROMA - Prosegue secondo la roadmap stabilita il progetto GridMotion che Groupe PSA, Direct Energie, Enel, Nuvve, Proxiserve e Università Tecnologica di Danimarca hanno lanciato per valutare i risparmi che possono essere realizzati dagli utilizzatori di veicoli elettrici mettendo in campo strategie di carica/scarica intelligenti.

Chi guida di un'auto 100% elettrica ha infatti la possibilità di ridurre i costi della bolletta elettrica gestendo automaticamente la ricarica nelle fasce orarie in cui il costo dell'elettricità è più basso (assicurando comunque l'uso della vettura).

Risparmi supplementari potrebbero derivare con la fornitura alla rete elettrica di servizi di bilanciamento della produzione/consumi, con soluzioni dette Vehicle-to-Grid (V2G).

In questo caso l'auto restituisce alla rete l'energia immagazzinata del veicolo quando questo è collegato alla colonnina, proprio per compensare i 'picchi' di richiesta generale.

I partner del progetto GridMotion stanno fornendo nella sperimentazione le loro competenze per completare il programma nel 2019 (GridMotion è partito nel 2017) e valutare le economie realizzabili dagli utilizzatori di veicoli elettrici con la carica/scarica intelligente del loro veicolo in condizioni reali.

Una flotta di 50 utilizzatori di Peugeot iOn, Partner Electric, Citron C-Zero o Berlingo sta testando le soluzioni di carica intelligente unidirezionali, ricaricando negli orari in cui il prezzo dell'elettricità è più basso (in Francia, di notte, ad esempio) secondo le loro esigenze di mobilità.

Una flotta professionali di 15 tra Peugeot iOn e Citron C-Zero con stazioni di carica Enel bidirezionali sta attundo invece la sperimentazione della carica/scarica intelligente (V2G). Questa flotta fornirà servizi di bilanciamento alla rete elettrica, alternando brevi periodi di carica e scarica, sempre rispettando le future esigenze di mobilità dei veicoli. I periodi di carica coincideranno con i momenti di surplus di produzione elettrica sulla rete, e i periodi di scarica con quelli in cui il consumo elettrico sulla rete è eccessivo.

In particolare Groupe PSA si sta occupando della gestione del progetto e del reclutamento dei partecipanti. Enel fornisce i terminali di carica bidirezionale, e apporta il suo know how nel V2G; L'operatore Direct Energie (terzo fornitore francese di elettricità e gas valuta per RTE sui mercati dell'elettricità la flessibilità delle batterie dei veicoli elettrici per equilibrare la rete).

Nuvve garantisce la gestione operativa dei processi di carica/scarica dei veicoli elettrici; Proxiserve installa i terminali di carica presso i partecipanti B2C e B2B e infine DTU fornisce un supporto accademico, e dispone di un ambiente per effettuare test.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: