Michelin Uptis, gomma rivoluzionaria da 6 vite e senza aria

Svelato a Movin'On 2019 progetto in sviluppo con General Motors

Redazione ANSA MONTREAL (CANADA)

Ormai da tre anni Montreal è diventata la sede degli 'stati generali' della mobilità e dello sviluppo sostenibile. Questo grazie alla organizzazione dell'evento Movin'On con cui Michelin - che aveva lanciato questo format nel 1998 con il nome Challenge Bibendum - riunisce agli stessi tavoli player provenienti da tutto il mondo per individuare e discutere i percorsi che possono portare alla riduzione dell'impatto dell'auto e dei mezzi da trasporto sull'ambiente.

"E' ora di agire - ha detto oggi Florent Menegaux, CEO del Gruppo Michelin - e passare dalle proposte alle azioni" in perfetta armonia con quanto aveva affermato nel 2018 il suo predecessore Jean-Dominiue Senard, ora a capo del Gruppo Renault e in lizza per guidare anche l'alleanza con FCA.

"Nel 2017 avevamo svelato Vision", ha detto Menegaux, ricordando il concept totalmente innovativo di pneumatico stampato in 3D assieme alla ruota e dotato di battistrada depositato e biodegradabile. "Ora Vision diventa una tecnologia realista, che potrà essere utilizzata per una gomma da produrre in serie, il sistema ruota-battistrada Uptis".

Come ha spiegato Eric Philippe Vinesse, responsabile ricerca e sviluppo del Gruppo MIchelin, Uptis (che è l'acronimo di Unique Puncture Proof Tire System) "rappresenta una importante evoluzione del concetto Twill, la copertura autoportante già in commercio per piccole macchine agricole e carrelli elevatori, e unisce i concetti espressi con Vision, e cioè la mobilità garantita al 100% vista la non esposizione alle forature e alla riduzione dell pressione, senza trascurare un aspetto decisivo come il sensibile risparmio della materia prima.

Come illustra con abbondanza di dettagli un video pubblicato su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=VjiLzc9bD3Q), Uptis si comporta come un normale pneumatico con aria all'interno, pur diventando molto più longevo grazie alla possibilità di riciclare la struttura depositando al termine di ogni ciclo di vita - per 5/6 volte, il doppio rispetto alla ricostruzione di un tradizionale pneumatico - un nuovo battistrada.

Nel corso della presentazione a Montreal, è stato anche svelato che Michelin e GM stanno testando prototipi Uptis come equipaggiamento della Chevrolet Bolt EV con test anche sulle strade del Michigan. La società in generale beneficia di straordinari risparmi ambientali grazie all'uso ridotto di materie prime per la sostituzione di pneumatici o la produzione delle cosiddette ruote di scorta, che si non troveranno più bordo delle auto.

"Uptis dimostra che la visione di Michelin per un futuro di mobilità sostenibile è chiaramente un sogno realizzabile - ha affermato Florent Menegaux, amministratore delegato di Michelin Group -. Attraverso il lavoro con partner strategici come GM, che condividono le nostre ambizioni di trasformare la mobilità, oggi possiamo cogliere il futuro".

Frutto di un progetto che punta non solo all'equipaggiamento delle vetture di serie, Uptis è pensato anche per le forme di mobilità emergenti come i veicoli autonomi, quelli completamente elettrici e i servizi condivisi, che potranno contare su una manutenzione pressoché nulla delle gomme per massimizzare le loro capacità operative.

"General Motors è entusiasta delle possibilità offerte da Uptis e siamo entusiasti di collaborare con Michelin per questa tecnologia rivoluzionaria - ha dichiarato Steve Kiefer, vicepresidente senior con responsabilità per la catena globale di approvvigionamento -. Uptis è la soluzione ideale per spingere l'industria automobilistica verso il futuro e un ottimo esempio dei possibili vantaggi per i clienti quando collaboriamo e innoviamo assieme ai nostri partner fornitori".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA