Magneti Marelli ad Auto Shanghai, l'high tech a 360 gradi

Da cruscotto 3D all'iniezione d'acqua che abbassa la CO2

Redazione ANSA

Lo stand di Magneti Marelli ad Auto Shanghai 2019 si focalizza - in perfetta sintonia con il tema dell'evento - sulle tecnologie in ambito HMI (Human-Machine Interface) e connettività, sull'elettrificazione e sulla guida autonoma. Per celebrare il suo centenario, l'azienda ha portato in Cina anche una interessante serie di testimonianze della sua lunga e importante storia, che parte dalle candele (le 'scintille') e arriva alle attuali eccellenze tecnologiche che comprendono anche gli ambiti powertrain e intelligent lighting. Allo stand di Auto Shanghai Magneti Marelli dà spazio innanzitutto alle soluzioni innovative sviluppate nel polo industriale e di ricerca e sviluppo di Guangzhou, con una selezione di display e dei quadri di bordo evoluti. In primo piano anche il 3D Digital Cluster, ovvero una soluzione che introduce in maniera innovativa la visione tridimensionale nel quadro di bordo senza l'ausilio di occhiali o la sovrapposizione di diversi substrati ottici, offrendo caratteristiche di semplicità e contenimento di costi.

Da segnalare anche i display Polablack da 8 pollici che una volta spenti risultano perfettamente integrati nella plancia e da accesi garantiscono una trasparenza e luminosità del 40% maggiori rispetto ai sistemi tradizionali. Altro ambito di particolare interesse è quello dedicato all'E-Cockpit dove Magneti Marelli presenterà soluzioni con schermi digitali completamente integrati e in grado di gestire con un'unica centralina di controllo elettronico (ECU) due sistemi operativi differenti, come quello che regola le funzioni dell'infotainment e quello dedicato al quadro strumenti. Vista l'importanza del mercato dei modelli ibridi ed elettrici in Cina, un'altra area è dedicata all'elettrificazione, e al know-how accumulato da Magneti Marelli. Sono esposte tutte le soluzioni di Magneti Marelli in materia, come il motore elettrico BSG (Belt Starter Generator) da 48 Volt; il sistema ibrido-elettrico PerfET (PERForming and Efficient Transmission) realizzato in Cina e la centralina BMS (Battery Management System) per la gestione e controllo delle batterie di un veicoloHEV-BEV e gli inverter miniaturizzati SiC (Silicon Carbide), adottati in ambito motorsport. In relazione alle tecnologie per il recupero dell'energia, sono esposti anche gli sviluppi di Magneti Marelli nel campo degli ammortizzatori rigenerativi, ovvero un sistema di smorzamento meccatronico che recupera energia cinetica trasformandola in energia elettrica.

Altra novità presente a Shanghai sono i sistemi per creare il suono virtuale dello scarico nei modelli elettrici, come la tecnologia Active Sound System/Brand Sound Signature che permette ai costruttori di personalizzare i suoni prodotti da un virtuale sistema di scarico. Parallelamente sarà esposto un sistema di scarico con tecnologia TEG (ThermoElectric Generator) che permette di convertire i gas di scarico in energia termoelettrica utilizzata per ricaricare le batterie dei sistemi secondari. Nell'ambito dell'Autonomous Driving la presenza Magneti Marelli si concentra sul know-how relativo alla Sensing Technologies - volta all'elaborazione dei segnali provenienti dai sensori, al rilevamento e riconoscimento degli oggetti attorno al veicolo e al posizionamento e tracciatura in prospettiva 3D - e sui componenti dedicati alle funzioni di percezione e sensing. Di assoluto rilievo l'area Lighting in cui viene presentato il Digital Lighting Processing (DLP) primo proiettore di serie al mondo da 1,3 milioni di pixel. La tecnologia DLP crea condizioni di illuminazione ideali e consente di proiettare immagini sulla strada per comunicare con gli automobilisti e i pedoni. Per l'ambito Powertrain, infine, sono esposte tecnologie quali il sistema di iniezione GDI con pressioni di esercizio fino a 1000 bar, e il sistema Water Injection dedicato ai motori turbocompressi a benzina in cui - grazie a un iniettore aggiuntivo per ogni cilindro - si garantiscono migliori performance ed efficienza, consentendo di ridurre le emissioni di CO2di circa il 3-5%. La presenza ad Auto Shanghai è un'ulteriore testimonianza del percorso, ormai consolidato, di Magneti Marelli in Cina, dove l'azienda è presente dal 1996 con stabilimenti produttivi e centri di R&D e ingegneria a Shanghai, Wuhu, Guangzhou, Changsha, Changchun, Hefei, Foshan e Xiaogan nella provincia di Hubei.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA