Jaguar Land Rover studia soluzioni contro il mal d’auto

Tecnologia e infotainment per limitare i malesseri ai passeggeri

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 NOV - Il gruppo Jaguar Land Rover sta studiando nuove tecnologie che permettano a chi soffre di 'mal d'auto' di affrontare in serenità i lunghi viaggi, annullando o limitando le sofferenze patite allo stomaco. Si tratta di un combinato di soluzioni che riguardano sia la dinamica sia l'infotainment della vettura. Si va dalle sospensioni a controllo elettronico che minimizzano gli scossoni avvertibili in curva e sulle buche alle indicazioni del navigatore satellitare che avvertono per tempo i passeggeri dell'arrivo di tratti stradali per loro impegnativi, alle regolazioni automatiche delle impostazioni dell'abitacolo. Secondo i ricercatori del gruppo britannico tali dispositivi permettono di ridurre almeno del 60% le conseguenze della chinetosi che, rammentano da oltre la Manica, affligge il 70% della popolazione. "Il disturbo - ricorda il Costruttore - spesso si verifica quando le informazioni fornite dalla vista differiscono da quelle provenienti dall'orecchio o dalle sollecitazioni che agiscono sul corpo o sull'epidermide, una situazione tipica della lettura".

Alla base del sistema messo a punto c'è un algoritmo che "genera un 'punteggio benessere' per ciascun passeggero" e può essere impiegato per personalizzare automaticamente le regolazioni di guida e dell'abitacolo". Alcune delle soluzioni che integrano il progetto e che si sono rivelate efficaci sono già in utilizzo sui modelli del Giaguaro, a partire dalla E-Pace, come le sospensioni a controllo elettronico, il raffreddamento dei sedili e le 26 loro configurazioni possibili, per permettere ai passeggeri di avere lo schermo dell'infotainment di fronte agli occhi.

Riguardo agli studi in corso, Spencer Salter, ricercatore Jaguar Land Rover nel campo delle tecnologie del benessere, ne sottolinea in particolare l'utilità per applicazioni future sui veicoli con guida autonoma: "Poiché gli utilizzatori dei veicoli autonomi avranno più tempo per lavorare, leggere o rilassarsi sui lunghi percorsi - chiarisce -, è importante progettare veicoli che possano predisporsi per ridurre gli effetti del mal d'auto, in modo personalizzato, per ogni passeggero".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: