Motor Valley Fest, l'evento per innamorati di auto e moto

Da 14 a 17 maggio Modena celebra a tutto gas la Terra dei Motori

Redazione ANSA MILANO

Gli organizzatori del Motor Valley Fest, il festival diffuso della Terra dei Motori emiliano romagnola che si svolgerà a Modena, hanno scelto il 14 febbraio per presentare la seconda edizione da 'dedicare agli innamorati delle auto e delle moto sportive e delle emozioni che sono in grado di generare'. Quattro giorni intensi, dal 14 al 17 maggio 2020, ricchi di adrenalina con un programma di eventi per tutti: per le famiglie e per i turisti - italiani e provenienti dal resto del mondo - per chi ama oltre alle auto sportive, la storia, il collezionismo a due e quattro ruote, l'arte, la cultura e il buon cibo. Motor Valley Fest celebra un'intera città, Modena, che è Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco e torna per il secondo anno ad essere il palcoscenico prestigioso per raccontare l'automobile, annunciando due nuove preziose collaborazioni, quella con la Federazione Motociclistica Italiana FMI e con ACI Italia che - assieme ad Apt Servizi Emilia Romagna - svilupperà la promozione congiunta della Motor Valley con iniziative sportive nei circuiti motoristici regionali e mostre nei musei d'impresa. La Quattro Giorni dei motori si aprirà il 14 maggio con il taglio del nastro in un evento riservato ai media internazionali (provenienti da Usa, Asia, Medio Oriente, Regno Unito, Russia, Polonia, Germania) e agli addetti ai lavori. Il tutto con la collaborazione di Massimo Bottura, lo chef più premiato al mondo, patron dell'Osteria Francescana di Modena. Previsto per il 14 maggio - come lo scorso anno - anche il talk inaugurale al Teatro Comunale Luciano Pavarotti organizzato da Meneghini & Associati e realizzato in collaborazione con McKinsey. Sarà dedicato ad un'analisi generale dei macro-trend del settore.

Saranno presenti Claudio Domenicali, presidente dell'Associazione e CEO Ducati Motor Holding, anche Stefano Domenicali, CEO Automobili Lamborghini; Horacio Pagani, CEO Pagani Automobili; Andrea Pontremoli, CEO Dallara e Harald Wester, FCA chieftechnical officer e Maserati chairman executive. Previsto anche un key note di Markus Heyn, membro del board di Robert Bosch GmbH.

In tema di giovani e di formazione, grazie al Muner Motorvehicle University of Emilia-Romagna, si parlerà anche del progetto che coinvolge le Università di Bologna,di Ferrara, di Modenae Reggio Emilia e di Parma, e che offre l'opportunità di scegliere tra sei nuovi corsi di formazione universitaria. Una attenzione per le nuove generazioni che sarà oggetto anche dell'evento promosso da Unrae e Autopromotec con la collaborazione di GMedu al quale parteciperanno circa 800 studenti provenienti dalle scuole superiori e università.

Torna a Modena il Motor Valley Fest


La parte espositiva dell'evento sarà ancora una volta il filo conduttore di tutte le iniziative in calendario. Palazzo Ducale, sede dell'Accademia Militare di Modena ospiterà il villaggio Motor Valley Fest con l'esposizione al pubblico dei brand della Motor Valley e dei quattro autodromi regionali; in piazza Roma ci saranno Ferrari, Maserati e Lamborghini; in piazza Grande Pagani e il villaggio della Polizia di Stato. Uno dei gioielli architettonici di Modena, la chiesa della Madonna del Voto, restaurata dopo il terremoto del 2012, sarà invece la location della mostra evento dal titolo 'La Famiglia Schedoni: da 140 anni artigiani del cuoio. Motor Valley Fest porterà in largo Porta Sant'Agostino, Dallara e il villaggio Innovation & Talents, mentre in largo San Francesco in collaborazione con il Maserati Club del Giappone, ci saranno l'esposizione del leggendario tour mondiale Modena - Tokyo realizzato nel 1996 e l'esposizione 'Jay the duck' dedicata alla speciale storia della Lamborghini Miura Jota.

Nella centralissima piazza XX Settembre, sarà invece allestita una mostra dedicata a Mauro Forghieri, l'ingegnere nel cuore di tutti gli appassionati del Cavallino Rampante. Saranno esposte alcune delle sue vetture la Ferrari GTB stradale, la Lamborghini Formula 1, la Bugatti 110.

Un legame, quello tra le automobili, la moda e il cinema, che sarà protagonista della mostra alla Fondazione San Carlo dal titolo 'Moda e Motori: ciak si gira!' in collaborazione con Modena Amore Mio, da un'idea di Stefano Dominella. Il MEF Museo Enzo Ferrari ospiterà al proprio interno un'area family dedicata ai kids 0-17 anni con simulatori; Il Parco Ferrari, tra via Italia e viale Emilia, dal 16 fino al 17 maggio ospiterà il Villaggio Due Ruote e una mostra dedicata a Vespa e Lambretta. Al Palamolza, in un'area di oltre 2 mila mq, ci sarà la seconda edizione del Motor Sim Show, con i simulatori di F1, GT, Rally e Moto GP dedicati alle gare, non mancheranno gli sport games. Il pubblico potrà cimentarsi con i simulatori e assistere a gare fra i migliori piloti sulla scena. Attività altamente spettacolari con le corse sui maxischermi nel Gran Premio Motor Valley. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie