Audi e One Ocean ribadiscono rischio microplastiche nei mari

Talk e mostra a Milano, con Traiettorie Liquide della Brignone

Redazione ANSA MILANO

Coerentemente con la strategia - definita Road to zero emissions - Audi ha ospitato, nell'ambito del programma di sostenibilità della One Ocean Foundation, il talk sulla salvaguardia ambientale 'Changing the course of the river. How to tackle marine plastic pollution'. L'evento, che è stato organizzato nell'ambito della Milan Design Week nella sede dell'Audi City Lab 2019 presso l'Arco della Pace e i Caselli Daziari, ha permesso di fare il punto sul preoccupante inquinamento delle acque da microplastiche, sulla salvaguardia dei mari e sulla sostenibilità, analizzando con un approccio olistico il presente e le soluzioni possibili. Organizzato in collaborazione con l'Università Bocconi, il talk 'Changing the course of the river. How to tackle marine plastic pollution' è stato moderato da Stefano Pogutz, docente di sustainable business and green management dell'Università Bocconi e presidente del comitato scientifico di One Ocean. Si è parlato dell'inquinamento del mare, partendo dal presupposto che l'80% dei rifiuti marini proviene dalla terra e in particolare attraverso i fiumi. Si sono confrontati sull'argomento il commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda Riccardo Bonadeo, Fabrizio Longo direttore Audi Italia e la campionessa di sci e ambassador di One Ocean Foundation Federica Brignone. Nel suo intervento la Brignone ha raccontato la sua esperienze Traiettorie Liquide con cui intende richiamare - con video (https://vimeo.com/299404558) e immagini suggestive e insolite - l'attenzione sui problema della presenza delle plastiche nei mari. La sciatrice ha ricordato che tutti possono contribuire a sostenere iniziative per salvare gli animali marini acquistando in edicola Blue (un libretto accompagnato da un pupazzo a forma di delfino) i cui ricavati saranno utilizzati per finanziare le giornate di pulizia nelle spiagge. Particolarmente apprezzato anche l'intervento di Andrea Binelli, professore di environmental toxicology presso l'Università Statale di Milano, ha esposto i suoi studi sulle microplastiche nei fiumi, laghi e nella rete idrica cittadina approfondendo i rischi di questo inquinante. Nel periodo di apertura al pubblico dell'Audi City Lab 2019 presso l'Arco della Pace e i Caselli Daziari - fino al 14 aprile - il Dazio di Ponente ospita anche la mostra One Ocean's Tales, che racconta la forza e la bellezza del mare ma anche l'urgenza della sua necessaria salvaguardia. Sono esposte immagini di artisti e di ambassador della One Ocean Foundation: Traiettorie Liquide, il progetto diFederica Brignonecon le foto diGiuseppe La Spada; il progetto 10 Rivers 1 Ocean dell'esploratoreAlex Bellini; le opere di ARTIvismo di Chiara Spagnoli Gabardi; le fotografie del ritrattista del mare Carlo Borlenghi: le immersioni dell'apneista Davide Carrera ritratte negli scatti diAdolfo Maciocco e le opere di Stefano Sanna. Negli spazi dell'esposizione il pubblico può interagire attivamente sottoscrivendo la Charta Smeralda, il codice etico che, con azioni semplici e concrete promuove la tutela del mare.

Audi supporta il programma di sostenibilità della One Ocean Foundation che pone al centro della propria strategia l'uomo e la sua relazione con l'ambiente circostante, per difendere l'oceano dalle cause che ne compromettono la salute, con l'attivazione di interventi e soluzioni sostenibili. L'impegno di Audi Italia a fianco della Fondazione rappresenta il naturale sviluppo della decennale e fattiva collaborazione che unisce il Marchio dei quattro anelli allo Yacht Club Costa Smeralda.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: