Cresce in Italia spesa per revisioni auto, 1,4mld in sei mesi

+15,8 milioni sul 2016 (+1,1%)

Redazione ANSA

ROMA - Nei primi sei mesi del 2017 gli automobilisti italiani hanno speso 1,44 miliardi di euro per far revisionare le proprie vetture, 15,8 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il dato, ricavato con un'elaborazione dall'Osservatorio Autopromotec, evidenzia un incremento dell'1,1%: si è passati, infatti, dai precedenti 1.432,1 milioni di euro agli attuali 1.447,9 milioni. La struttura di ricerca di Autopromotec, rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico, ha evidenziato il peso dei differenti fattori di spesa che rientrano nella voce complessiva: questa, chiarisce una nota, comprende il pagamento della tariffa fissata per le revisioni, pari a 501 milioni di euro (+0,2% rispetto al primo semestre 2016) e il costo per le cosiddette ''operazioni di prerevisione'', cioè per ''le manutenzioni e le riparazioni necessarie per porre i veicoli in condizione di superare i controlli, pari a 947 milioni di euro (+1,6%)''.

Secondo lo studio, l'aumento è essenzialmente dovuto all'incremento del numero delle revisioni (+0,2%). ''Nel caso delle prerevisioni, oltre che per il maggior numero di autoveicoli sottoposti ai controlli, la spesa è aumentata anche in relazione all'incremento dei costi delle operazioni di manutenzione e riparazione che risulta dagli indici Istat (+1,32%)''.

E' il caso di ricordare che la revisione delle macchine destinate al trasporto di persone e cose, di massa complessiva a pieno carico inferiore a 3,5 tonnellate, può essere svolta sia presso la Motorizzazione Civile sia presso le officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti e deve essere effettuata quattro anni dopo la prima immatricolazione e, successivamente, ogni due anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA