Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Prezzi carburanti, ribassi sul Gpl

Eni e Tamoil scendono di 1 cent. Intanto giù le quotazioni dei prodotti oil in Mediterraneo (articolo di Quotidiano Energia)

Quotidiano Energia - Si rompe lo stallo sulla rete carburanti italiana. Dopo tredici giorni di calma piatta, infatti, Eni e Tamoil hanno limato di 1 centesimo i prezzi raccomandati del Gpl, mentre le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo segnano un brusco passo indietro della benzina e un marcato calo del diesel.

Sul territorio, al momento, prezzi praticati ancora senza scosse, in attesa di recepire appieno i movimenti delle due compagnie. In particolare, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,597 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,596 a 1,616 euro/litro (no-logo a 1,582). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,479 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,476 a 1,495 euro/litro (no-logo a 1,462).

Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato è di 1,734 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,711 a 1,807 euro/litro (no-logo a 1,631), mentre per il diesel la media è a 1,619 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,607 e 1,708 euro/litro (no-logo a 1,511). Il Gpl, infine, va da 0,609 a 0,640 euro/litro (no-logo a 0,608).