Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Pacchetto energia Ue, accordo anche sul regolamento Acer

Maggiori poteri all’Agenzia. Ora resta da approvare solo il market design

Quotidiano Energia - Pacchetto energia in dirittura d’arrivo. Il trilogo conclusosi ieri sera ha raggiunto infatti un accordo politico sulla proposta di regolamento sulla riforma dell’Agenzia per la cooperazione dei regolatori energetici europei (Acer), il sesto degli otto provvedimenti dell’iniziativa “Clean Energy for All Europeans” presentata dalla Commissione due anni fa.

Il regolamento, che dovrà essere approvato formalmente dall’Europarlamento e dal Consiglio per poi entrare in vigore una volta pubblicato sulla G.U. Ue, rafforza il ruolo di Acer, al momento limitato al coordinamento, al monitoraggio e alla redazione di pareri sui mercati energetici.

L’Agenzia, oltre a mantenere la responsabilità di coordinare l’azione dei regolatori energetici nazionali, avrà adesso anche compiti di supervisione regolatoria nelle situazioni che coinvolgono più di uno Stato membro Ue. Ad esempio, spiega una nota, Acer sarà il supervisore dei futuri “Regional Coordination Centers” in cui i Tso affronteranno le questioni che, in caso di azioni nazionali frammentate e non coordinate, potrebbero avere impatti negativi sul mercato e i consumatori.

Inoltre, il regolamento semplifica le procedure regolatorie che riguardano più Paesi, introducendo l’approvazione diretta da parte di Acer invece che delle singole autorità nazionali. Queste ultime resteranno comunque “pienamente coinvolte nel processo decisionale, votando a maggioranza all’interno di Acer su tali procedure”, assicura la nota.

“Acer avrà un ruolo maggiore nel mercato dell’energia e in materia di sicurezza delle forniture, con competenze adattate alle nuove sfide del settore, ad esempio nel contesto della crescita della cooperazione regionale”, ha commentato il commissario Ue all’Energia e al Clima, Miguel Arias Cañete.

Degli 8 provvedimenti del Pacchetto energia, il primo adottato è stato la direttiva sulla prestazione energetica degli edifici, entrata in vigore lo scorso luglio. La settimana scorsa è poi arrivato il via libera definitivo alle nuove direttive rinnovabili ed efficienza e al regolamento sulla governance dell’Unione energetica. Dopo l’accordo sul regolamento Acer, restano da approvare il regolamento e la direttiva sul market design elettrico, per i quali è previsto un sesto trilogo il 18 dicembre.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: