Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Prezzi carburanti, il 2018 parte all’insegna della stabilità

Torna la tregua dopo i rialzi di fine 2017

Quotidiano Energia - Il 2018 parte all’insegna della stabilità sulla rete carburanti. Dopo i rialzi di fine 2017 (a quelli del 29 dicembre di Eni si sono aggiunti il 30 Tamoil e IP con + 1 cent su benzina e diesel), nei primi tre giorni dell’anno non si registrano infatti movimenti sui prezzi raccomandati da parte delle compagnie con quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo ieri in discesa.

La situazione dei prezzi praticati sul territorio nazionale risente, su verde e diesel, degli interventi all’insù di fine 2017. Nel dettaglio, in base all'elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina risulta in salita a 1,551 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,545 a 1,571 euro/litro (no-logo 1,527). Il prezzo medio praticato del diesel è pari a 1,415 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,410 a 1,433 euro/litro (no-logo a 1,394).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,681 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,649 a 1,762 euro/litro (no-logo a 1,567), mentre per il diesel la media è a 1,548 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,515 a 1,641 euro/litro (no-logo a 1,434). Il Gpl, infine, va da 0,660  0,673 euro/litro (no-logo a 0,646).