Reading () Machine, Ai per avvicinare alla lettura

Progetto del Politecnico di Torino finanziato da Tim

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 10 MAR - Unire digitale e reale applicando anche ai libri i 'sistemi di raccomandazione' che già oggi suggeriscono i contenuti che potrebbero essere di interesse per l'utente in altri ambiti: questa l'idea alla base del progetto Reading (&) Machine del Politecnico di Torino finanziato da Tim, presentato oggi nel capoluogo piemontese. L'iniziativa è stata elaborata dal Centro SmartData del Laboratorio di Realtà Virtuale e del Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico torinese, con la collaborazione del Dipartimento di studi storici dell'Università di Torino e delle Biblioteche civiche del capoluogo piemontese. La presentazione questa mattina al Castello del Valentino con l'assessora alla Transizione Digitale del Comune di Torino, Chiara Foglietta, il vicerettore del Politecnico, Matteo Sonza, e il saluto in video del presidente di Tim e Fondazione Tim, Salvatore Rossi. L'obiettivo, hanno spiegato, è sfruttare le opportunità che le tecnologie di intelligenza artificiale e realtà aumentata offrono per riavvicinare le persone alla lettura, dando vita a un nuovo modo di fruire biblioteche e librerie. Con la finalità ultima di "aumentare la partecipazione e l'inclusione sociale, stimolando il consolidamento dell'abitudine alla lettura". Le tecnologie di realtà aumentata e virtuale saranno coniugate con app e tecnologie touch per smartphone e tablet. Una sfida che, ha rimarcato Rossi, ha colto in pieno gli obiettivi del bando 'Facciamola Facile' della Fondazione Tim. "L'osmosi fra il mondo del libro fisico e il mondo virtuale - ha detto Rossi - va promossa per facilitare la vita dei lettori e contribuire allo sviluppo della cultura". "L'intelligenza artificiale - ha aggiunto Foglietta - trova sempre più spazio: con questo progetto vediamo il futuro". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: