Intelligenza artificiale e cloud alleati scoperta nuovi farmaci

Al via accordo pluriennale tra Ucb e Microsoft

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 07 APR - Sfruttare le potenzialità dell'intelligenza artificiale e del cloud per scoprire e sviluppare nuovi farmaci. Per raggiungere questo obiettivo, la multinazionale biofarmaceutica, Ucb, ha avviato una nuova collaborazione pluriennale con Microsoft. Tutto nasce dal lavoro intrapreso durante l'emergenza sanitaria. Come parte del progetto "Covid Moonshot", le molecole e i chimici computazionali di Ucb hanno contribuito alla progettazione di composti con lo scopo di sviluppare un antivirale per via orale biodisponibile per il Covid-19. In base al nuovo accordo, Microsoft fornirà tecnologia di intelligenza artificiale e scienziati applicati per lavorare a fianco degli scienziati e dei professionisti di Ucb, con l'obiettivo di "favorire la scoperta di nuove correlazioni e modelli, fondamentali per sviluppare farmaci nuovi e altamente personalizzati", viene spiegato in una nota. "Alcune attività relative alla scoperta di farmaci richiedono infatti l'analisi di set di dati ad alta dimensione o informazioni multimodali non strutturate - spiega Ucb -, che la piattaforma di Microsoft può supportare". Rientra in questa strategia di digitalizzazione, anche il progetto della Data Digital Academy di Talent Garden, partita nel 2020, che rappresenta un piano strutturato di alfabetizzazione rivolto a tutti i collaboratori di UCB nell'ambito della digitalizzazione e della gestione dei dati. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: