Percorso:ANSA > Mare > Shipping e Cantieri > Fincantieri, nave a Msc, l'Italia creda nella blue economy

Fincantieri, nave a Msc, l'Italia creda nella blue economy

Sia strategica per il governo post-ideologico. Consegnata Seaview

05 giugno, 18:24

 (di Luciano Clerico) (ANSA) - MONFALCONE (GORIZIA), 4 GIU - La Blue Economy, l'economia del mare, può essere strategica per l'Italia in termini di occupazione e crescita: ne sono convinti l'ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, e il presidente esecutivo di Msc, Pierfrancesco Vago, oggi a Monfalcone per la cerimonia di consegna dell'ultima nave realizzata per Msc, Seaview. Giuseppe Bono nel consegnarla ha detto che "Seaview" "è la più bella nave da crociera mai realizzata in Italia". Anche per questo oltre all'armatore Gianluigi Aponte, hanno voluto essere presenti per l'occasione i governatori di Friuli Venezia Giulia e Veneto, Massimiliano Fedriga e Luca Zaia. Madrina della cerimonia di consegna, la nipote di Gianluigi Aponte, Maya. Msc Seaview e' la seconda di quattro navi commissionate a Fincantieri per complessivi 3,5 miliardi. E' costata 800 milioni, e' la 15 esima unita' della flotta e può ospitare fino a 5.331 passeggeri e 1.413 persone d'equipaggio. Per la sua realizzazione sono state coinvolte circa 4.000 maestranze, e hanno lavorato per la nave circa 400 aziende. "Sono numeri significativi che a nostro avviso giustificano un'attenzione diretta della politica all'economia del mare" ha detto Vago, secondo il quale la blue economy in Italia vale 44 mld. "Per questo L'Italia dovrebbe dotarsi di un Ministero del Mare, o almeno di una struttura di coordinamento interamente dedicata - ha detto -. Nel complesso la ricaduta economica sull'Italia è di 10 miliardi di euro, ma l'economia del mare vale in Italia 44 miliardi, con un valore aggiunto in termini di ricaduta economica pari a 125 miliardi di euro. Qui parliamo di economia reale, tanto più se pensiamo che Msc nel 2018 ha toccato i 3 milioni di passeggeri e dato lavoro diretto a 10 mila persone, e indiretto a più 15 mila". Nel 2017, ha precisato l'ad di Msc Crociere, Gianni Onorato, "il fatturato è stato di circa 2,1 miliardi euro, per il 2018 è previsto a 2,5". E' alla luce di questi numeri che l'Italia deve credere nelle potenzialità della blue economy, come ha sottolineato anche l'ad di Fincantieri, Bono. "Auguro che il primo governo post-ideologico tenga conto delle prospettive offerte dall'economia del mare - ha detto -. Quando io sono arrivato, Fincantieri con 2 miliardi di fatturato era un'azienda in vendita. Oggi siamo arrivati a 5 miliardi, e per il 2022 saremo a 7,4 escludendo le acquisizioni. L'industria crocieristica ha ricadute che nessun altro settore ha. E' tempo che l'Italia creda nelle sue risorse. E' vero che non c'è il petrolio, ma c'è il mare". Msc Seaview sarà battezzata il 9 giugno a Genova in una serata di gala, presenti tra gli altri Sophia Loren, Andrea Bocelli, Zucchero e Michelle Hunziker. Nel frattempo, a Parigi la procura francese ha aperto un'inchiesta su Alexis Kohler, segretario generale dell'Eliseo e braccio destro di Emmanuel Macron, per un presunto conflitto di interessi fra la sua funzione ufficiale e i legami familiari con l'armatore italo-svizzero. L'Eliseo ha precisato che "il signor Kohler ha sempre tenuto informata la sua gerarchia sui legami personali che aveva con il gruppo Msc. Si è quindi sistematicamente tenuto da parte rispetto ad ogni discussione ed ogni decisione legata a quest'azienda". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: