Pedicini(M5S), voto Pe su Esm è colpo di coda dell'austerity

'Prestiti in cambio di misure è un vero ricatto'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 14 MAR - "I nuovi vincoli del Fondo Monetario Europeo, anziché ridurre l'instabilità finanziaria, la aumenteranno. Concedere prestiti in cambio di misure di austerità è un vero e proprio ricatto. In questo modo si costringeranno i Paesi in difficoltà a percorsi di ristrutturazione che li svuoterebbero ancora di più della loro sovranità politica ed economica", dichiara Piernicola Pedicini, europarlamentare del Movimento 5 Stelle in merito all'approvazione al Parlamento europeo della proposta sulla costituzione del fondo monetario europeo. "L'Unione europea continua dunque a punire e a tenere sotto controllo i Paesi con alti disavanzi e debiti pubblici, anziché affrontare i profondi e crescenti squilibri macroeconomici alla base di quest'unione monetaria incompleta e non ottimale. Per evitare retromarce e scuse tardive, come quella di Juncker sugli errori commessi in Grecia chiediamo di porre fine alle ricette di austerità che hanno bloccato la ripresa e peggiorato la recessione. È il momento di consentire agli Stati membri di adottare politiche economiche espansive per combattere disoccupazione, povertà e disuguaglianze sociali ed economiche", conclude Pedicini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: