Percorso:ANSA > Europa > La voce degli Eurodeputati > Acciao: S&D governi non fanno niente per salvare industria

Acciao: S&D governi non fanno niente per salvare industria

manca azione urgente e concreta contro sovrapproduzione Cina

01 marzo, 12:31
(ANSA) - BRUXELLES, 1 MAR - Malgrado le richieste dei lavoratori europei, i governi non fanno nulla di concreto e urgente per salvare l'industria siderurgica. E' quanto afferma il gruppo dei socialisti e democratici al Parlamento europeo all'indomani della riunione dei ministri dell'industria europei a Bruxelles. "I risultati sono deludenti. Non vi è alcuna azione - attacca Edouard Martin, relatore sull'industria dell'acciaio sostenibile - di emergenza. Anche se la Cina ha annunciato la sua volontà di ridurre la sua sovrapproduzione, le autorità di Pechino ammettono che questo richiederà tempo. E finora questa riduzione è stata promessa già da dieci anni, senza che sia successo nulla. Ad oggi - sottolinea Martin - la sovrapproduzione è stimata di 350 milioni di tonnellate, che è pari al consumo europeo di due anni. Come possono - si chiede Martin - queste misure piccole e patetiche aiutarci ad affrontare la crescita di importazione di acciaio, attorno a due tonnellate al mese, che portano i germi della nostra deindustrializzazione? Che fine hanno fatto le misure antidumping e la drastica accelerazione di queste procedure? Che fine ha fatto la discussione sul riconoscimento alla Cina dello status di economia di mercato?". (ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA