Ue: via libera a GreenIT, joint venture Eni-Cdp

Per la Commissione, non solleva problemi di concorrenza

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - La Commissione Ue ha approvato la creazione di una joint venture chiamata GreenIT da parte di Eni e Cdp Equity, controllata da Cassa Depositi e Prestiti. GreenIT sarà attivo in Italia nella produzione e nella fornitura all'ingrosso di elettricità da fonti rinnovabili. Sia Eni che Cdp operano nella fornitura di elettricità in Italia, dove le loro attività di sovrappongono nel mercato per la creazione e la fornitura all'ingrosso. Inoltre, CDP controlla Terna, attiva nella trasmissione e distribuzione dell'elettricità in Italy, dove opera in condizioni di monopolio legale. Per la Commissione Ue la transazione non solleva problemi di concorrenza data la limitata sovrapposizione "orizzontale" delle attività delle società. Per quanto riguarda le "relazioni verticali" tra la produzione e trasmissione di elettricità, secondo la Commissione a Terna manca l'abilità e gli incentivi per discriminare produttori concorrenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: