Scuola: Fioramonti, fuori Patto Ue investimenti in istruzione

Ministro, Paesi concordi su importanza formazione e ricerca

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Stiamo lavorando affinché aumentino i finanziamenti nazionali alla formazione e alla ricerca e vengano modificate le regole europee in modo che gli investimenti in ricerca e formazione possano essere scorporati" dai criteri del Patto di stabilità e crescita. Così il ministro dell'istruzione, Lorenzo Fioramonti, uscendo dalla riunione del Consiglio Ue sull'educazione. "I ministri dell'istruzione sono a favore di un maggiore investimento in formazione e ricerca, e i ministri delle finanze di tutti i Paesi dell'Ue hanno sottolineato in riunione congiunta che è indispensabile farlo - ha sottolineato Fioramonti - quindi, partendo da questo punto di vista, è ovvio che se l'Ue vuole rilanciare se stessa e il proprio sviluppo partendo da formazione e ricerca, dovrà anche consentire che le regole permettano di fare questo in tutti i Paesi dell'Unione". "Mi sorprenderebbe se ci fosse ancora un blocco così diffuso come in passato nei confronti di una proposta che è ragionevole e che guarda al futuro", ha dichiarato il ministro. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: