Ue, occupazione sale, giù disoccupazione, produttività ferma

La Commissione europea pubblica il rapporto trimestrale

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Nel secondo trimestre 2019 l'occupazione continua a salire nella maggior parte degli Stati Ue, la disoccupazione continua a scendere, e la produttività resta modesta. E' quanto emerge dal secondo rapporto trimestrale sull'occupazione pubblicato oggi dalla Commissione Ue. Nel secondo trimestre, l'occupazione è salita dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti, mentre la disoccupazione è scesa a 6,3%. Anche la partecipazione al mercato del lavoro è aumentata, tanto da chiudere il gap con gli stati Uniti. 

L'occupazione è salita soprattutto a Malta (+1,4%) e Lussemburgo (+1%), mentre è calata con decisione in Croazia (-1,6%) e Lettonia (-1,1%).

La disoccupazione è invece scesa soprattutto in Grecia (-2,2 punti percentuali) e ha fatto registrare aumenti in Svezia (+0,8 punti), Lituania (+0,3).Restano quindi "importanti differenze" tra gli Stati, ricorda la Commissione, con il tasso più basso in Cechia (2,1%) e Germania (3%), e il più alto in Grecia (17%) e Spagna (13,9%), gli unici due Paesi con un tasso superiore al 10%.

La crescita della produttività è rimasta "modesta" negli anni scorsi, e nel secondo trimestre 2019 era allo 0,2%. Il tasso più basso dal 2013, in linea con il trend rilevato da metà 2017, che mostra un rallentamento nella produttività.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: