Brexit: Ue, Londra deve pagare anche con il no deal

Deve onorare impegni finanziari se vuole negoziare sul futuro

Redazione ANSA

BRUXELLES - Londra dovrà onorare i propri impegni finanziari con l'Ue, anche nel caso di un divorzio senza un'intesa, se vorrà aprire le trattative per la partnership futura. Si legge in una nota della Commissione europea, in cui viene fatto il punto sulle misure d'emergenza nel caso di no deal. Bruxelles ribadisce la posizione, dopo che Boris Johnson, favorito nella corsa alla successione alla premier Theresa May, nei giorni scorsi aveva minacciato di non pagare il conto della Brexit, se l'Ue non accetterà di rinegoziare l'accordo. 

La Commissione ricorda che in caso di un'uscita senza un'intesa, "il Regno Unito dovrà risolvere tre questioni principali legate alla separazione, come condizione preliminare per l'apertura di future discussioni". In particolare: oltre a soddisfare gli obblighi finanziari del bilancio pluriennale dell'Ue fino al 2020, Londra dovrà garantire la protezione dei diritti dei cittadini, e una soluzione per le frontiere irlandesi, a cui l'Unione associa l'integrità del mercato unico.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: