Migranti: Frontex, ad aprile -19% arrivi, -27% su 4 mesi

Dimezzati quelli da rotta centrale, raddoppiati da Ovest

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Ad aprile il numero di migranti arrivati in Europa (4900) è calato del 19% rispetto al mese precedente, soprattutto a causa del calo nel Mediterraneo orientale. Lo comunica Frontex, secondo cui in totale, nel primo quadrimestre del 2019, c'è stato il 27% di arrivi in meno (24.200) rispetto all'anno scorso. Più della metà degli arrivi irregolari di aprile ha utilizzato la rotta del Mediterraneo orientale (2940), ma comunque sono calati di un quarto rispetto a marzo. Raddoppiati invece gli arrivi dal Mediterraneo occidentale (900). Nei primi quattro mesi del 2019 gli arrivi da questa rotta sono aumentati di oltre un terzo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, rotta usata soprattutto da migranti di Marocco, Guinea, Mali Costa d'Avorio.

Dimezzati ad aprile gli arrivi dal Mediterraneo centrale (200), e sul quadrimestre si è registrato un calo del 91%. In Italia, attraverso questa rotta, sono sbarcati soprattutto tunisini e algerini. Infine, aumentano gli arrivi dalla rotta balcanica: oltre 600 persone sono arrivate ad aprile, portando a 3.400 il numero degli arrivi del primo quadrimestre, ovvero un aumento del 96% rispetto al 2018. Afghani e iraniani sono quelli che hanno usato maggiormente i Balcani.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: