Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Castaldo (M5S), noi il cambiamento rispetto al Ppe e S&D

Castaldo (M5S), noi il cambiamento rispetto al Ppe e S&D

'A prossimo Pe porteremo esperienza positiva governo Conte'

10 ottobre, 20:07
Fabio Massimo Castaldo Fabio Massimo Castaldo

BRUXELLES - "Il Movimento 5 Stelle è la terza via, quella del cambiamento rispetto alla vecchia nomenclatura di Ppe e S&D, in crisi ovunque in Europa. Lo dimostra anche il pessimo risultato elettorale ottenuto dal partito del Commissario Dombrovskis in Lettonia. Noi porteremo al prossimo Parlamento europeo l'esperienza positiva del governo Conte che, a differenza di Macron e Merkel, ha il sostegno della maggioranza assoluta dei cittadini con oltre il 60% di gradimento". Così all'ANSA l'europarlamentare M5S Fabio Massimo Castaldo alla domanda su quale sarà il futuro e la collocazione del Movimento alle Europee anche alla luce della chiusura a Marine Le Pen, annunciata dal presidente della Camera Roberto Fico. 

 

"Con le nostre battaglie sulla crescita economica sostenibile, sulla lotta alla povertà e per la difesa dell'ambiente noi rappresentiamo quella speranza di cambiamento che milioni di cittadini europei chiedono e pretendono con il loro voto - proseguito Castaldo -. Democrazia è ascoltare i cittadini e Bruxelles troppe volte ha voltato loro le spalle". Secondo l'europarlamentare pentastellato "le risposte alla Orban, chi alza i muri e minaccia i diritti dei cittadini, non sono la risposta giusta alle sfide contemporanee. In un mondo globalizzato e sempre più interconnesso, l'Europa deve dimostrare di essere forte e unita, ma anche e soprattutto più giusta". Per quanto riguarda infine un'alleanza Popolari-populisti in vista delle europee, Castaldo fa il suo "personale in bocca al lupo a chi vuole stringere accordi con Merkel e ai falchi del rigore. Fare gli interessi dell'Italia significa oggi picconare l'austerity e impegnarsi in politiche espansive che rafforzino investimenti e crescita. Noi siamo impegnati in questo e non in alchimie politiche di chi vuole spartirsi qualche poltrona".

 

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA