In Lombardia record buoni Ue a comuni per wifi gratis

92 su 510 assegnati a Italia, poi Piemonte (63) e Campania (55)

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Sono stati i comuni della Lombardia i più rapidi nel candidarsi a ricevere uno dei 3.400 voucher da 15mila euro messi a disposizione dalla Commissione Ue per il secondo bando di Wifi4Eu, l'iniziativa che finanzia l'installazione di reti wifi gratuite negli spazi pubblici come biblioteche, piazze e parchi. Le amministrazioni locali lombarde sono riuscite a portare a casa ben 92 buoni su 510 assegnati all'Italia dall'Ue, confermando quindi il primato di rapidità già registrato in occasione della prima call, quando se n'erano aggiudicati 40. I voucher sono stati infatti distribuiti sulla base del criterio 'primo arrivato, primo servito' (first-come, first-served), e il 98% di questi è stato assegnato nei primi 60 secondi di apertura del bando.

Seconda regione con le amministrazioni più reattive è stata il Piemonte con 63 voucher, seguita da Campania (55), Sicilia (42), Veneto (35), Puglia (31) e Lazio (24). Tutte le regioni sono comunque riuscite a ottenere almeno un buono. A essere premiati sono stati comuni di tutte le dimensioni, dai capoluoghi di provincia come Catania, Caserta, L'Aquila, Macerata, Monza, Novara, Ravenna, a municipi con meno di 200 abitanti. Il comune più piccolo è stato Monteferrante, un borgo popolato da 123 anime in provincia di Chieti che fa parte della Comunità montana Sangro Vastese. Una manciata di abitanti in più animano invece Rimella, in provincia di Vercelli. Anche qui, i 137 residenti potranno presto navigare gratis su internet negli spazi pubblici grazie all'assegno staccato dall'Ue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."