Porto di Trieste, al via progetto per innovare trasporto intermodale

Coinvolte infrastrutture europee, stanziati 1,9 milioni di euro

Redazione ANSA TRIESTE

TRIESTE - Rendere il trasporto intermodale più efficiente e competitivo attraverso l'adozione di tecnologie innovative. E' con questo obiettivo - informa il Porto di Trieste - che ha preso il via il progetto Comodalce "Enhancing Coordination on multiModal freight transport in CE". Co-finanziato dal Programma Interreg Central Europe, il progetto, spiega il Porto, ha un budget di 1.960.000 euro, di cui 281.000 a favore dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale capofila del progetto, e una durata di 36 mesi. Tra i partner ci sono alcuni tra i principali porti e interporti europei: La Spezia, Koper, Rostock, Gdynia, Verona e Budapest. I partner elaboreranno piani di sviluppo a medio e lungo termine che verranno attuati tramite azioni pilota.

Secondo i promotori, sfruttando le nuove tecnologie e lo scambio dati tra diversi attori, il trasporto delle merci via treno diventerà più efficiente, facilitando lo shift modale dalla strada alla rotaia, con conseguenti ricadute positive in termini di emissioni di gas inquinanti e CO2.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."