Gualtieri (Pd), interlocutori Commissione siano forze pro-Ue

Sovranisti-nazionalisti sono e saranno irrilevanti

Redazione ANSA

STRASBURGO - "Dalla sua lettera e dal dibattito" in aula a Strasburgo "mi sembra risulti evidente, e questo è positivo, che gli interlocutori politici della nuova Commissione sono e saranno le forze pro-europee. Noi non accetteremo mai nessuna ambiguità in tal senso. Mi sembra che risulti chiaro - e questo è un bene per l'Europa - che i sovranisti-nazionalisti sono e saranno irrilevanti". Così il capodelegazione Pd facente funzione, Roberto Gualtieri, intervenendo nel dibattito in aula con la candidata alla presidenza della Commissione Ue Ursula von der Leyen.

"Il nostro gruppo - ha aggiunto - sarà un interlocutore attento ed esigente. Noi non ci accontentiamo delle parole: se ad esse non seguiranno i fatti lei non avrà più il nostro sostegno. Se al contrario gli impegni che le abbiamo chiesto saranno ribaditi e concretizzati, lei potrà contare - ha concluso - sul nostro contributo leale, vigile e combattivo per un'Europa migliore, più unita e più giusta".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."