Agroalimentare: dal 2021 più trasparenza da campo a tavola

Industria e Gdo dovranno svelare prezzi intermedi

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Gli Stati membri dovranno notificare all'Ue informazioni sui prezzi intermedi tra agricoltori e consumatori, quelle cioè relative alle fasi della trasformazione alimentare e della vendita al dettaglio. Lo ha annunciato la Commissione europea dopo averne discusso con i Paesi membri nel comitato per l'organizzazione comune dei mercati. Le nuove disposizioni saranno adottate dall'Esecutivo Ue nelle prossime settimane ed entreranno in vigore dal 1 gennaio 2021.

Il nuovo sistema informativo riguarderà carne, prodotti lattiero-caseari, vino, cereali, semi oleosi, colture proteiche, ortaggi e frutta, olio d'oliva e zucchero. La Commissione è intervenuta perché a fronte di una grande abbondanza di dati sui mercati agricoli e sui prezzi al consumo, esistono invece poche informazioni sui passaggi intermedi dal 'campo alla tavola'.

"Aumentare la trasparenza del mercato - ha dichiarato il commissario all'agricoltura Phil Hogan - significa accesso più equo alle informazioni e maggiore equilibrio alla filiera".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."