DOP, IGP e STG: i marchi della qualità europea

Dal 1992 vengono accordati in base a caratteristiche legate all'origine in un territorio specifico

Redazione ANSA

I loghi della qualità europea (Dop, Igp e Stg) accordano tutela giuridica ad alcuni prodotti alimentari in virtù delle loro caratteristiche particolari legate all'origine in un territorio specifico. Fin dal 1992, l'Ue ha definito diversi tipi di indicazioni geografiche, identificando il 'territorio' come un insieme di fattori naturali (clima e caratteristiche ambientali) e umani (tecniche di produzione e savoir faire).

DOP
Un alimento può ottenere la denominazione di origine protetta (Dop) se tutte le fasi di produzione avvengono in un'area geografica delimitata. Vale a dire che ingredienti e materie prime, processo di trasformazione ed elaborazione, come codificate nel disciplinare di produzione, devono svolgersi nell'area geografica di origine.

IGP
Negli alimenti a indicazione geografica protetta (Igp), il legame con il territorio è sempre presente, ma più sfumato rispetto alle Dop. Per ottenere il riconoscimento Igp, infatti, è necessario che una determinata qualità, reputazione o altre caratteristiche possano essere attribuite all'origine geografica, ma è sufficiente che almeno una fase della produzione avvenga nell'area individuata. L'Igp è spesso richiesta quando non si può assicurare un approvvigionamento esclusivam ente locale di materia prima. La provenienza - nazionale, Ue o extra Ue – degli ingredienti è comunque indicata nel disciplinare, cui anche i produttori Igp devono sottostare.

STG
La specialità tradizionale garantita (Stg) valorizza un metodo di produzione, materie prime incluse, ma non esprime uno specifico collegamento ad una particolare area geografica. Vale a dire che, anche se la Stg ha una specificità legata ad una determinata origine, non è necessario che la produzione si svolga solo nell'area di origine. Anche la Stg deve rispettare un disciplinare di produzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."