Achille Lauro a Sanremo toglie il mantello e si spoglia

Performance in tuta color carne, evoca San Francesco

Foto di Ettore Ferrari SANREMO

Achille Lauro in tuta aderente color carne sul palco del teatro Ariston. Dopo essere entrato in scena con un mantello nero con grandi inserti in oro, a piedi scalzi e con i capelli ossigenati, se lo è tolto ed è rimasto sul palco con una tutina aderente , lunga fino al ginocchio e con le bretelle, esibendo i suoi tanti tatuaggi. Sulle note di 'Me ne frego', con una intonazione da rivedere, Achille Lauro gioca e provoca mantenendo la promessa di osare e azzardare.

Fiorello lo raggiunge in scena e lo abbraccia chiedendo una foto. Poi lo spoiler dello showman: "Giovedì sarò all'ALtro Festival con Achille Lauro ma la sorpresa è che io sarò vestito come lui".

L'artista con una performance ad effetto ha voluto rappresentare la spoliazione di San Francesco. "La storia della rinuncia di San Francesco ai beni materiali è un messaggio universale che ancora oggi risulta di grande attualità", afferma Lauro. Il quadro rappresentato nasce da una ricerca che Lauro e il suo team creativo hanno sviluppato nei mesi precedenti, e al Festival ha trovato il suo sbocco naturale con Gucci che da subito ha voluto sposare il progetto. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA