Unioncamere: medie imprese crescono,60% investirà su 4.0 e green

Nel 2022 si stima un aumento dei ricavi del 6,3%

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 27 GIU - Rimbalzo del fatturato del 2021 (+19%) e prospettive di crescita anche per il 2022 (+6,3%). Più del 60% delle medie imprese prevede di investire entro il prossimo triennio nelle tecnologie 4.0 e nel green; il 52% che l'ha già fatto conta di superare i livelli produttivi pre-Covid entro quest'anno. E' l'identikit delle medie imprese industriali italiane messo a fuoco nel XXI Rapporto di Unioncamere, Area Studi Mediobanca e Centro Studi Tagliacarne presentato oggi. Questo universo di 3.174 imprese leader del cambiamento, sottolinea lo studio, è pronto a cogliere anche le opportunità di crescita derivanti dal Pnrr: il 59% delle medie imprese si è già attivato o si appresta a farlo. Guardando al futuro, tuttavia, la staffetta generazionale rischia di rallentarne il cammino: per 1 impresa su 4 il passaggio o non è perfezionato o rappresenta un vero ostacolo. "Le medie imprese industriali italiane sono la spina dorsale del capitalismo familiare italiano, come dimostra l'esperienza degli ultimi 25 anni. A ragione possono definirsi la locomotiva del nostro sistema imprenditoriale, rappresentando un fattore di resilienza e ammodernamento continuo del sistema produttivo, grazie ad una elevata capacità ad investire nella duplice transizione green e digitale, rispetto alla quale il capitale umano rappresenta l'asset intangibile più importante", ha commentato il presidente di Unioncamere, Andrea Prete. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA