Logistica più hi-tech, entro 5 anni robot nel 90% dei magazzini

Zebra Technologies, automazione migliora condizioni lavoro

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 17 MAG - Dai dispositivi indossabili ai robot autonomi, crescono nella logistica gli investimenti in tecnologie avanzate per l'automazione del magazzino. A livello mondiale, quasi il 90% delle aziende del settore ritiene necessario implementare nuove tecnologie per essere competitivi e circa il 60% degli operatori riscontra migliori condizioni e una più efficace organizzazione del lavoro grazie alla tecnologia. E' quanto emerge dal 'Warehousing Vision Study' di Zebra Technologies Corporation, azienda americana quotata al Nasdaq attiva nella realizzazione di soluzioni tecnologicamente avanzate per le aziende. In Europa oltre tre quarti degli operatori di magazzino, secondo il report "sta investendo in modo significativo in tecnologie che supportano l'aumento del numero di lavoratori e l'automazione delle attività". Ad esempio, l'uso di dispositivi wearable (indossabili), stampanti mobile e tablet industriali crescerà nei prossimi anni, insieme all'implementazione di software che automatizzano la misurazione di pacchi e cartoni. Ad oggi, il 23% degli operatori di magazzino europei ha già impiegato robot mobili autonomi, in linea con la tendenza globale (27%). Entro cinque anni, tale numero dovrebbe raggiungere l'88% in Europa e il 90% nel mondo. "L'adozione dell'automazione e dell'innovazione robotica è destinata ad aumentare in tutti gli ambiti di qualsiasi azienda", commenta Enzo Tumminaro, Italy Country Manager di Zebra Technologies. Lo studio dimostra che "nelle aziende che si occupano di gestione di magazzino è in corso una profonda trasformazione per soddisfare le crescenti esigenze dell'economia mondiale on-demand". Gli operatori di magazzino, secondo lo studio, sono sempre più a proprio agio con l'uso di tecnologie avanzate, utilizzate anche per creare turni di lavoro più flessibili. Il 90% degli addetti al magazzino ritiene che la modernizzazione in atto renderà il magazzino un posto di lavoro più appetibile, anche in periodi come questo in cui le catene di approvvigionamento sono messe a dura prova, la domanda è in forte aumento e c'è una crescente pressione per rispettare scadenze più strette. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA