Palazzo Ducale Genova riparte dopo lo stop

Prorogate mostre. Slitta a maggio Festival di Limes

Redazione ANSA GENOVA

GENOVA - "Riprendiamo le attività con grande speranza, sicuri del ruolo che Palazzo Ducale può ricoprire nella vita della città e della regione. La cultura come fattore di crescita e di innovazione può fare la differenza e per questo Palazzo Ducale non si sottrae all'ennesima impegnativa sfida con la certezza che con l'aiuto di tutti si potrà vincere". Lo ha detto il direttore di Palazzo Ducale Serena Bertolucci annunciando la ripartenza, dopo lo stop dovuto all'ordinanza anti-coronavirus, delle mostre e delle iniziative di uno dei più importanti poli culturali della Liguria. La stagione espositiva primavera-autunno riparte dunque con un nuovo calendario di proroghe delle mostre in corso e di nuove aperture. Alla proroga della mostra 'Anni venti in Italia. L'età dell'incertezza' (fino al 22 marzo) si aggiunge 'Il secondo principio di Banksy' e 'Hitchcock' (fino al 13 aprile). Dal 10 aprile al 6 settembre l'Appartamento del Doge del Ducale ospiterà l'antologica di Ferdinando Scianna. Poi dal 23 aprile al 6 settembre nel Sottoporticato aprirà la mostra 'Obey. Make Art no War'.

Il 30 aprile nella Loggia degli Abati sarà la volta dell'omaggio a Raimondo Sirotti che chiuderà i battenti il 7 giugno. La grande e attesa mostra 'Michelangelo. Divino artista' aprirà i battenti l'8 ottobre 2020 fino al 24 gennaio 2021 nell'Appartamento del Doge. Per quanto riguarda il calendario degli incontri e dei cicli, a causa delle difficoltà di spostamento dei relatori, la programmazione subirà qualche variazione: in particolare il Festival di Limes (previsto dal 6 all'8 marzo) è rinviato al 22-23-24 maggio prossimi. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie