Percorso:ANSA > Nuova Europa > Bulgaria > Romania: via 4mila tra cinghiali e sciacalli per peste suina

Romania: via 4mila tra cinghiali e sciacalli per peste suina

In area delta Danubio, 600 focolai malattia nel Paese

17 agosto, 11:22
(ANSA) - BELGRADO, 17 AGO - Circa 1.200 cinghiali e 2.400 sciacalli che vivono nell'area del delta del Danubio dovranno essere eliminati per evitare la diffusione della peste suina africana (Asf). Lo ha reso noto il governatore della riserva della biosfera del Delta del Danubio, Malin-Matei Musetescu, citato dal portale romeno Business Review.

Senza l'eliminazione programmata, i cinghiali "si ridurebbero fino al 10%" dell'attuale popolazione, ha affermato Musetescu, aggiungendo che anche gli sciacalli, che trasportano il virus della peste suina africana, devono essere uccisi per evitare il contagio.

Il portale Business Review ha ricordato che sono più di 600 i focolai di peste suina africana nel Paese, con solo sette dichiarati risolti.

A inizio agosto, il governo romeno ha annunciato un piano che prevede l'abbattimento di migliaia di cinghiali e altri animali selvatici per contenere la peste suina. La confinante Bulgaria sta erigendo una barriera metallica al confine con la Romania per prevenire la diffusione della malattia in Bulgaria. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: