Cotonificio '800 porta per impresa 4.0

A ComoNext la cultura dell'innovazione contamina le pmi

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 17 LUG - Un ex cotonificio di fine Ottocento a Lomazzo (Como) diventa la porta d'ingresso per il futuro dell'impresa 4.0 e fucina di idee innovative. 120 aziende mature e startup, 600 impiegati, i knowledge workers, che quotidianamente lavorano sulle tematiche del cambiamento, dell'industria 4.0 e della trasformazione digitale, sono a disposizione delle pmi italiane per lo sviluppo di progetti competitivi. E' la storia tutta italiana di una riqualificazione territoriale che ha dato vita, lì dove sorgeva un'area industriale, ad un Innovation Hub: ComNext, simbolo di un vero modello di open innovation. "Insieme agli stakeholder del territorio, Camera di Commercio, associazioni di categoria, mondo delle università e dei capitali, abbiamo costruito un patto di sistema, che abbiamo chiamato la next innovation, ovvero un percorso metodico di trasformazione digitale delle imprese in chiave 4.0", spiega il direttore generale di ComoNext, Stefano Soliano, sottolineando la necessità di un cambiamento di mentalità degli imprenditori verso "una visione digitale dell'impresa", perché "le pmi italiane hanno un gap culturale ancora da colmare". Il piano nazionale del governo "è un meccanismo che funziona bene e c'è da sperare che il limite temporale venga esteso, dal momento che è un fortissimo volano". Nell'Innovation Hub di Lomazzo si lavora per accompagnare le imprese lungo il cammino della quarta rivoluzione industriale, attraverso una consulenza ad hoc costruita in base alle specifiche esigenze di ognuno. In particolare, con il percorso "Innovation Ramp-up", l'imprenditore viene accompagnato per quattro mezze giornate nel Parco scientifico tecnologico alla scoperta di un "mondo cambiato", attraverso visite alle imprese innovative, business games e lezioni frontali. Nella fase successiva, gli esperti di ComoNext vanno nella sua azienda per capire i possibili interventi di trasformazione digitale, finché lui diventa pronto per affrontare il cambiamento e realizzare il suo progetto innovativo. Un percorso, sostenuto da Camera di Commercio di Como, Unindustria e Confartigianato Como con un tesoretto di 180 mila euro, che "ha la finalità di creare awareness per far capire che serve cambiare - afferma Soliano -. Noi andiamo nelle aziende e le aiutiamo a identificare le aree che necessitano del cambiamento". Il direttore annuncia poi un nuovo progetto allo studio che prevede la realizzazione di "un dimostratore di Industria 4.0 all'interno del parco di Lomazzo, per far toccare con mano un esempio di fabbrica 4.0 e offrire un laboratorio di idee". "Stiamo lavorando con altri poli tecnologici e l'idea è di estenderlo anche al centro-sud Italia. Credo possa rapidamente diventare un progetto di interesse nazionale". ComoNext è nato nel 2010 su iniziativa della Camera di Commercio di Como, che oggi è il socio principale, seguito dal Comune di Lomazzo, la Fondazione Politecnico di Milano, Unindustria Como e diversi Istituti di credito. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA