PoliMi, Competence center entro l'anno

Taisch, fabbrica 4.0 è possibile ed è già una realtà

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 21 GIU - Il competence center del Politecnico di Milano potrebbe partire "entro la fine di quest'anno o al massimo a gennaio 2019". Lo ha detto Marco Taisch, docente e responsabile dell'Osservatorio Industria 4.0ßdell'ateneo milanese, soddisfatto per aver ottenuto il "massimo dei voti" dal ministero dello Sviluppo Economico, che lo scorso 24 maggio ha pubblicato la graduatoria degli otto poli tecnologici costituiti da una partnership tra pubblico e privato, previsti dal pano nazionale Industria 4.0. "Made in Italy 4.0", questo il nome del competence center che sorgerà nel distretto della Bovisa, coinvolge 39 imprese,ß4 università (oltre al Politecnico, le Università di Bergamo, Brescia, Pavia) e l'Inail. "Ci focalizzeremo sulle tecnologie digitali per il manifatturiero e mostreremo alle imprese come possono realizzare una fabbrica 4.0, che è già una realtà. Faremo capire loro che il 4.0 si può fare, e soprattutto si può fare a macchia di leopardo", ovvero, connettendo una macchina alla volta, spiega Taisch, intervistato dall'ANSA, in occasione di un convegno dedicato all'industria 4.0, in Assolmbarda. Il nuovo hub, accompagnerà le aziende nella formazione del personale, con un programma che prevede di erogare 86.000 ore di formazione in tre anni,ße nell'implementazione dei progetti di industria 4.0. Le imprese attese nel triennio sono 3.000, dice Taisch , ricordando che il progetto complessivo vale 23 milioni di euro, di cui la metà - come prevede il piano Calenda - verranno dal Mise. "La nostra ambizione è di diventare una struttura stabile anche al termine degli incentivi governativi". Ruolo fondamentale sarà quello dei digital innovation hub, distribuiti capillarmente sul territorio, che potranno indirizzare le imprese verso questi nuovi poli innovativi.ß Gli altri competence center sezionati, per i quali il precedente governo ha stanziato 73 milioni di euro, sono capitanati da Politecnico di Torino (al primo posto), Università di Bologna (terzo), Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Università di Padova,ßUniversità Federico II di Napoli, Consiglio Nazionale per le ricerche (Cnr), Università La Sapienza di Roma. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Leggi anche: