Assolombarda, servono più donne 4.0

Con parità di genere aumento Pil al 2025 di 28 trilioni dollari

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 03 DIC - In Italia sono ancora troppo poche le donne che intraprendono percorsi di studio informatici e tecnologici. "Bisogna far capire alle ragazze che l'informatica è anche per loro", perché "il mondo e l'industria vanno verso la digitalizzazione e avremo bisogno di figure professionali femminili in quegli ambiti. Invece ne arriveranno poche". Lo sottolinea il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, in occasione di un incontro sulle "competenze digitali 4.0", augurandosi anche che ci sia "un ravvedimento sulla formazione 4.0", durante l'iter parlamentare delle Legge di Bilancio, perché "il mondo va in quella direzione e in Giappone sono già al 5.0. Noi siamo in ritardo, anche rispetto alla media europea. Per cui, non investire sulla formazione, che rappresenta il futuro, non ci sembra la strada corretta". Per quanto riguarda il futuro 4.0 per le donne, secondo Bonomi, "il tema è culturale. Le famiglie indirizzano le ragazze ancora sulla parte magistrale più che su quella tecnica", invece, "abbiamo necessità che scelgano questi corsi" legati alla trasformazione digitale delle imprese. Per il numero uno degli imprenditori lombardi, "abbiamo bisogno della partecipazione femminile nelle imprese perché le donne portano competenze e capacità importanti", come dimostrano i dati, secondo cui, "laddove ci sono delle donne ai vertici dell'impresa, si registrano delle performance migliori". Per Bonomi, poi, la partecipazione delle donne nel mondo del lavoro è anche un tema economico, "perché da qui al 2025, se ci fosse la parità di genere a livello mondiale, ci sarebbe un aumento di Pil di 28 trilioni di dollari".(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Leggi anche: